Zeman: «il Pescara non ha giocato bene ma errori arbitrali decisivi nelle ultime settimane»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4872

  

PESCARA. Il Pescara ha ripreso ieri gli allenamenti al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo in vista del posticipo di lunedì all'Adriatico contro la Sampdoria.

Per l'occasione emergenza soprattutto a centrocampo per il tecnico Zdenek Zeman, che dovrà rinunciare a Gessa e Cascione, squalificati dal giudice sportivo. Kone, che ha saltato le ultime 3 partite dei biancazzurri, è tornato invece a completa disposizione del boemo dopo l'impegno con la nazionale olimpica della Costa d'Avorio. Qualche problema fisico anche per Marco Verratti, fastidio all'adduttore, che dovrebbe comunque essere convocato senza problemi.

Problemi dunque a centrocampo per Zdenek Zeman, che avrà a disposizione un'intera settimana per ridisegnare quasi completamente la linea mediana. Scontata una maglia da titolare per Togni, per gli altri 2 posti il ballottaggio è tra Verratti, Nicco e Kone.

Nel frattempo monta ancora la rabbia in casa Pescara per la sconfitta di Torino di sabato scorso: «abbiamo subito tanti errori arbitrali a nostro danno, che hanno condizionato pesantemente il risultato della partita. 3 gol del Torino erano irregolari. Non abbiamo giocato bene ma sul campo abbiamo vinto 3-1».

«Tutto è andato storto» – va avanti Zeman – «il Torino ha creato più occasioni ma ripeto senza errori arbitrali il risultato sarebbe stato di 3-1 per il Pescara. L'arbitro si è affidato al guardalinee per le decisioni sui gol e ben 3 gol erano irregolari. I media nazionali non hanno neanche messo in risalto questo fatto. Capisco che il Pescara non è l'Inter o la Juventus, ma non si può archiviare la partita dimenticando gli errori dell'arbitro e sottolineando la grande partita del Torino».

Zeman non ha rilasciato dichiarazioni nel dopo partita di Torino: «volevo essere sicuro di quello che avrei detto. Ho rivisto la partita ed ora posso esprimere un giudizio. Abbiamo subito troppi errori arbitrali, errori che ci condizioneranno anche la partita successiva dato che non avremo 2 giocatori per squalifica».

«Si dice che il Pescara è in calo» – prosegue il tecnico boemo – «ma proprio nelle ultime partite abbiamo subito condizionamenti gravi arbitrali. Ciò non toglie che dovevamo giocare diversamente, ma ripeto noi giocando male senza errori avremmo vinto».

Per quanto riguarda il calcio giocato Zeman non ha nascosto la prova negativa dei suoi all'Olimpico di Torino: «abbiamo sbagliato in fase offensiva perché ci siamo proposti poco. Abbiamo creato poche palle gol per una squadra che vuole giocare e che numeri alla mano ha il miglior attacco del campionato».

«In difesa pensavo che il Torino con i lanci lunghi parecchie volte sarebbe finito in fuori gioco» – conclude polemico Zeman – «poi se il guardalinee non vede è un altro discorso. Ora pensiamo alla Sampdoria. Siamo una buona squadra, giochiamo per qualcosa di importante e dobbiamo continuare mantenendo però più alta la concentrazione». Il Pescara, dopo essersi allenato in mattinata, proseguirà i lavori questo pomeriggio alle 15,30 sempre al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Andrea Sacchini 14/12/2011 12:19