Delfino Pescara. Bonanni: «possiamo dire la nostra anche in serie B»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2168

PESCARA. Vanno avanti gli allenamenti in casa Pescara in vista dell'anticipo di domani sera all'Adriatico contro il Sassuolo di mister Gregucci.

 

Il tecnico Di Francesco potrebbe affidarsi ad un mini-turnover dopo i gravosi impegni della squadra nelle ultime settimane. In avanti dall'inizio potrebbe trovare posto Ganci in luogo di Sansovini con Soddimo trequartista. In mezzo al campo spazio a Nicco che dovrebbe rimpiazzare Tognozzi, in forte dubbio per sabato. Abile e arruolabile invece Ariatti che potrebbe essere convocato per andare in panchina.

Scontata, dopo l'ottima prestazione condita dal gol a Bergamo, la presenza dal primo minuto di Bonanni: «sto bene mi sento in forma e sono contento per il gol realizzato con l'AlbinoLeffe. Se sto in condizione posso fare bene, per me non è un problema giocare mezz'ora o tutta la partita, sono scelte del tecnico».

I successi del Pescara sono coincisi con il ritorno in campo proprio di Massimo Bonanni: «è soltanto un caso. La squadra si era espressa al meglio anche quando ero indisponibile. Le prestazioni sono sempre state buone, abbiamo peccato soltanto in fortuna ed in alcuni risultati negativi di inizio campionato. Con o senza di me il Pescara può far bene soprattutto perché attraversiamo un ottimo momento di forma e di risultati».

«Noi viviamo alla giornata» – prosegue l'esterno biancazzurro – «e stiamo bene. Abbiamo le qualità tecniche adatte per dire la nostra in questa categoria. Con il lavoro possiamo migliorare e mister Di Francesco sa pungolarci per il meglio».

Conclusione dedicata al Sassuolo: «loro sono una buona squadra non so quanto possa avvantaggiarci il loro cambio di allenatore da Arrigoni a Gregucci. Il mio augurio è che l'Adriatico sia pieno. Ci sono tutte le condizioni per far bene. Il Sassuolo nelle scorse settimane ha fatto vedere dei limiti. Ora il nuovo allenatore cercherà di dare una nuova mentalità. Sarà dura perché hanno giocatori importanti per la categoria».

Intanto Marco Verratti ha rinnovato il proprio contratto fino al 2014. Il giocatore, inseguito da diversi club di categoria superiore, in precedenza aveva un accordo che lo legava al club biancazzurro fino al giugno 2012.

 

Andrea Sacchini  08/10/2010 10.01