Delfino Pescara. Togni: «il sogno serie A? È possibile...»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2341

PESCARA. Il Pescara prosegue gli allenamenti in vista del match di domenica a Vicenza (calcio d'inizio ore 12.30, ndr).

Tutti a disposizione del tecnico boemo eccezion fatta per lo squalificato Capuano e Kone, convocato nella nazionale olimpica della Costa d'Avorio. Oggi doppia seduta di lavoro al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Per quanto riguarda la formazione, con ogni probabilità Zdenek Zeman darà fiducia allo stesso undici che sabato scorso ha meritatamente battuto il Gubbio all'Adriatico. L'unica novità dovrebbe essere rappresentata da Brosco in luogo di Capuano, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Per il resto fiducia all'oramai collaudato 4-3-3 con Brosco, Romagnoli, Balzano e Zanon a protezione della porta difesa da Anania. Centrocampo a 3 formato da Cascione, Gessa e Verratti in cabina di regia. In avanti scontata la presenza del tridente delle meraviglie Insigne-Sansovini-Immobile. Vicenza-Pescara verrà diretta da Luigi Baratta della sezione di Salerno. Guardalinee Conca e Santuari.

Non sarà della partita, quantomeno dal primo minuto, Romulo Eugenio Togni, che con l'impegno e l'abnegazione ha convinto la piazza biancazzurra e soprattutto il tecnico Zdenek Zeman: «nella mia carriera qui in Italia è sempre stato così. All'inizio ho avuto problemi di ambientamento un po' dovunque, ma con il lavoro sono sempre riuscito a togliermi parecchie soddisfazioni».

«Ho sentito tanto scetticismo nei miei confronti anche a Pescara al mio arrivo» – va avanti il metronomo biancazzurro – «ma sapevo che con l'impegno, l'aiuto del mister e dei compagni avrei cancellato tutto quanto a mio favore. Nella mia carriera ringrazio il fatto di aver fatto parecchia gavetta in serie C. Categoria indispensabile per capire a fondo cosa significa la parola sacrificio nel calcio».

Contro ogni pronostico della vigilia il Pescara vola nei piani altissimi della classifica. Difficile pensarlo dopo i primi giorni di ritiro: «stiamo facendo un ottimo campionato. Certo all'inizio nessuno di noi poteva immaginare di essere secondi in classifica dopo 16 giornate. Abbiamo fatto tantissimo da quando sono arrivato questa estate. Abbiamo tutte le carte in regola per sognare la serie A».

«Poi come ogni cosa» – prosegue Togni – «tutto dipende da come lavori. Con l'impegno e l'abnegazione i risultati prima o poi arrivano sempre ed è quello che sta succedendo al Pescara come squadra ed a me a livello personale».

All'orizzonte la difficile trasferta col Vicenza nell'inedito orario di pranzo: «sarà una partita difficile contro una formazione ben attrezzata per la categoria che non merita l'attuale classifica. Servirà il miglior Pescara per uscire indenni dal Menti. Il nostro obiettivo è comunque quello di vincere. Ovunque contro tutti».

«Saranno importanti concentrazione ed attenzione» – conclude Togni – «perché ogni squadra in serie B è insidiosa. A maggior ragione se ti chiami Vicenza ed hai davanti giocatori di grande qualità come Abbruscato».

 Andrea Sacchini  25/11/2011 13:50