Teramo-Ravenna 0-0. I romagnoli brindano al ritorno in B

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

852

TERAMO. Teramo e Ravenna, nel recupero della 33esima giornata del campionato di serie C1 girone B, pareggiano 0-0 al Comunale dopo novanta minuti di calcio a buoni livelli.
Il punto conquistato nel capoluogo di provincia abruzzese, consente ai romagnoli di festeggiare il ritorno in serie B dopo sei anni di assenza. La festa giallorossa, ad ogni modo, non può ancora definirsi completa in quanto si attende ancora il pronunciamento del Tar riguardo i due punti in classifica tolti all'Avellino.
E' davvero incredibile che ad una sola giornata dal termine del campionato ancora non si conosca la graduatoria effettiva.
Molto probabilmente comunque gli irpini non dovrebbero veder accolto il loro ricorso e la classifica a meno di clamorosi colpi di scena resterebbe questa.
Il Teramo, costretto a ripartire ieri dal risultato di 0-0 malgrado l'1-0 maturato domenica fino alla sospensione definitiva della gara a causa di un violento nubifragio, è sceso in campo con la stessa cattiveria e determinazione del primo match di tre giorni fa.
Il Ravenna può solo infatti ringraziare la giornata di grazia del portiere Capecchi, autore di alcuni interventi decisivi compreso il rigore parato a Mirtaj al 21esimo della ripresa.
Il diavolo avrebbe meritato ai punti sicuramente molto di più, anche alla luce dell'occasionissima capitata sulla testa di Turienzo a trenta secondi dalla fine della contesa, che è stata respinta alla grande dall'estremo difensore ospite. Al di là dei normali rimpianti, però, il pareggio potrebbe anche andar bene agli uomini di Gabetta che, a questo punto, si giocheranno a Terni, nello scontro diretto con la Ternana, un'intera stagione. In ballo c'è la salvezza diretta o il coinvolgimento nella temutissima coda play-out. In Umbria potrebbe anche bastare un pari nel caso il Martina non riesca a battere nel derby pugliese il Manfredonia in trasferta. Quello visto oggi in campo, ad ogni modo, è uno dei migliori Teramo della stagione e questo fa logicamente ben sperare i sostenitori del diavolo. Gli uomini di Gabetta hanno tutte le carte in regola per espugnare il Liberati di Terni, salvarsi matematicamente ed evitare pericolosi calcoli con la classifica. Occorrerà semplicemente lottare con grinta, impegno e orgoglio come fatto proprio con il Ravenna. La Ternana, se attaccata, può andare facilmente in crisi ed il collettivo degli umbri è decisamente inferiore a quello dei ravennati. Comunque sia, certamente è ampiamente alla portata del Teramo delle ultime giornate.

Andrea Sacchini 10/05/2007