Ponzio Pescara, il mister: «abbiamo dato il massimo, pubblico favoloso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

731

PESCARA. Ha fatto scivolare via l'adrenalina guardandosi in Tv, Marca Trevigiana- Arzignano «risultato che forse non rispecchia quello visto in campo. La Marca mi ha fatto un ottima impressione».
Gianluca Marzuoli, tecnico della Ponzio Pescara, ha i toni e le parole di chi è riuscito a raffreddare le idee e passa all'analisi della sconfitta di misura patita ieri sera contro la Lazio in gara 1.
«Abbiamo fatto il massimo che era nelle nostre possibilità. Tutti, nessuno escluso, ha dato il 101%. Una cosa è certa: non possiamo regalare ad una squadra come la Lazio due assenze del calibro di Manzali e Rosinha. Spero di riaverli per martedì, loro due sono troppi importanti per gli equilibri della nostra squadra».
Partita intensa, equilibrata, condita da una spettacolare cornice di pubblico. «Quanti erano, 1.500, 2000, incredibile… La nostra “bombonera” è stata qualcosa di straordinario. La gente pian piano si è affezionata a noi e nelle ultime gare ci ha sostenuto con grande passione. Anche se quello visto ieri è stato incredibile: in alcuni momenti non riuscivo a comunicare con i giocatori in campo, si sentiva solo l'urlo “Pescara Pescara…”».
Momenti di tensione in occasione della doppia espulsione di Gabriel Ayala e Scordella: Marzuoli come ha visto quell'episodio.
«Mi verrebbe da non commentare e allora mi limito a dire solo una cosa: l'espulsione di Ayala, purtroppo, è stato un errore abbastanza evidente, mi fermo qui».
Lazio, bestia nera per la Ponzio, tre partite, tre sconfitte.
«E' una squadra tosta, quadrata, solida. Ti rende difficile, manovrare, tirare in porta, non a caso è la migliore difesa d'Italia. E poi ho visto un Ippoliti in grande condizione: in campo è il leader della squadra, chiama gli schemi, detta i ritmi, mi ha fatto un ottima impressione».
Per chiudere, un “giro” su questo primo turno dei quarti. «Detto di Marca Trevigiana-Arzignano, credo che i pronostici siano stati rispettati, eccezion fatta –conclude Marzuoli - per il pareggio del Perugia contro la Luparense, risultato che lascia comunque i giochi aperti».

04/05/2007 12.57