Impresa del Teramo che pareggia 0-0 a Cava De' Tirreni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

772

CAVA DE' TIRRENI. Grande impresa del Teramo che esce indenne (0-0) dalla trasferta sul campo della forte Cavese, imbattuta quest'anno fra le mura amiche con tredici successi e tre pareggi compreso quello maturato oggi (ieri per chi legge, ndr) in sedici incontri.
In virtù della sconfitta del Martina 2-0 a San Marino, il diavolo raggiunge il sestultimo posto a più uno dai pugliesi ma vede avvicinarsi la Ternana, che a sorpresa ha regolato in casa 2-1 il Perugia sesto in classifica.
Innegabilmente il ritorno di Gabetta in panchina comincia a dare i suoi frutti, con prestazioni tutto sommato convincenti ma soprattutto con punti pesanti.
Diligente la prova dell'undici teramano che lungo tutto l'arco del match ha tenuto molto bene il campo, rischiando a conti fatti poco o nulla al cospetto del terzo miglior attacco del torneo. Poco brillante la Cavese, imbrigliata da un Teramo decisamente in palla arrivato a Cava con ottime motivazioni e con tanta voglia di ben figurare.
I padroni di casa, ad ogni modo, brindano al matematico raggiungimento dei play-off per la conquista della serie B. Passando alla partita, nel primo tempo Gabetta imposta la partita sulla tattica della difesa e contropiede veloce. I risultati sono ottimi in quanto i padroni di casa non riescono mai a trovare il bandolo della matassa di un Teramo ordinato.
Addirittura i campani rischiano tantissimo nelle ripartenze degli abruzzesi, pericolosi a metà primo tempo con Turienzo che spreca un ottimo assist di Maury.
Cavese insidiosa quasi esclusivamente su calci piazzati. Nella ripresa i matellani provano a mettere in difficoltà la formazione ospite segnatamente con l'ingresso in campo di una punta (Aquino) in luogo di un centrocampista. Il canovaccio della partita però non cambia. Il diavolo, al contrario, risulta molto abile nell'abbassare i ritmi del gioco. I biancorossi, inoltre, sfiorano anche il punto del vantaggio nel finale ma obbiettivamente sarebbe stato troppo. Il pareggio è il risultato più giusto. A conti fatti, il punto va bene ad entrambe le compagini.

Malgrado il risultato di 0-0 sia importantissimo sia per la classifica sia per il morale, la volata salvezza non è ancora felicemente conclusa. Il Teramo ha infatti da difendere un solo punticino dall'assalto del Martina e della Ternana che occupano i piazzamenti play-out. Il tutto alla vigilia di due gare molto impegnative. Domenica arriva il Ravenna che in caso di successo al Comunale festeggerebbe il ritorno in serie B dopo parecchi anni di assenza. La settimana dopo, invece, è in programma lo scontro diretto con la Ternana allo stadio Liberati, la classica gara che vale una stagione. Sarà in Umbria senza ombra di dubbio che verrà deciso il futuro del Teramo...


CAVESE-TERAMO, IL TABELLINO

CAVESE (4-3-3): Mancinelli, Arno 6, Cipriani, Farina, D. Rossi; Alfano, Tatomir (46' Aquino), D'Amico (46' Russo); De Giorgio (70' Tarantino), Ercolano, Schetter. All. Campilongo. A disp: Criscuolo, Volpecina, Unniemi, Perna.
TERAMO (4-4-2): Paoloni; Maury; Criaco; Migliaccio; Radi; Favasuli; Catalano; Andreulli, Margarita; Myrtaj(75' Niscemi), Turienzo(55' Amodeo). All. Gabetta. A disp. Scarabattola, Filippi, Cascone, Schettino, Capodoglio.
ARBITRO: Valeri di Roma.
AMMONITI: D. Rossi, D'Amico, Russo, Aquino, Catalano
SPETTATORI: 6.500 circa con rappresentaza di sostenitori del Teramo.

Andrea Sacchini 30/04/2007 9.10