Pescara calcio: inutile 2-2 a Rimini. La C1 è solo questione di aritmetica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1013

RIMINI. Il Pescara torna a casa dalla trasferta a Rimini con un inutile pareggio.
Due a due al Benelli con i biancazzurri che proprio nei minuti finali hanno gettato alle ortiche la grande occasione di espugnare lo stadio romagnolo con Vantaggiato, autore tra l'altro della rete del momentaneo 1-1 con un pregevole pallonetto da oltre trenta metri.
La seconda marcatura degli adriatici porta la firma di Aquilanti, lesto ad insaccare la sfera dopo un batti e ribatti appena fuori l'area di rigore. Per il mediano ex Fiorentina, primo gol in assoluto con la casacca biancazzurra.
Per il Rimini, doppietta di Pagano al tredicesimo del primo tempo ed al primo minuto della seconda frazione di gioco.
La salvezza quando mancano sette turni alla fine del torneo è ora una impresa fantascientifica, per non dire impossibile.
Tutte le dirette concorrenti eccezion fatta per il Crotone hanno vinto.
L'Arezzo ha battuto in casa propria il Piacenza con una rete dell'ex gioiellino adriatico Croce.
Lo Spezia ha espugnato lo Scida di Crotone mentre il Modena è uscito vittorioso nello scontro salvezza con il Bari.
Il distacco dal quintultimo posto, occupato in coabitazione da spezzini e canarini, è ora di ben quattordici lunghezze. Con ventuno punti ancora a disposizione adesso davvero è definitivamente conclusa l'avventura cadetta del Pescara.
A questo punto manca solo la matematica per il verdetto finale. L'ultimo posto in solitaria con 24 punti rappresenta il magro bottino dei biancazzurri.
Ad ogni modo malgrado la C1 sia ad un passo, ciò non significa che le restanti gare debbano essere affrontate a cuor leggero. Anzi saranno sette battaglie nelle quali la squadra obbligatoriamente dovrà tenere alto l'onore e la dignità. Una retrocessione non soltanto si ripercuote sulla società e sui tifosi, ma anche sulle carriere personali dei calciatori.

Riguardo la gara di ieri, né più né meno sono stati confermati gli stessi errori palesati durante tutta la stagione. Difesa poco attenta, scarsa circolazione di palla e poco filtro a centrocampo.
Il Rimini ha realizzato due gol ma alla luce delle occasioni da gol create dai ragazzi di Acori, il risultato sarebbe potuto essere tranquillamente più rotondo. I romagnoli, comunque, raggiungono il Bologna ed il Mantova al quarto posto a quota 56 punti, confermandosi una delle realtà migliori del palcoscenico della serie B.
Passando ai singoli, ampiamente sufficiente la prova di Vantaggiato malgrado la grandissima occasione del 3-2 sprecata ad una manciata di minuti dal termine del match.
Ottimo come sempre Polito, un portiere di sicuro affidamento per il quale la società dovrebbe fare di tutto per trattenerlo, soprattutto se l'anno prossimo si vorrà subito puntare al ritorno in cadetteria. Per contro disastroso Demartis, generoso ma troppo arruffone ed impreciso anche nel ruolo di centrale di difesa. Suo il grave errore che ha permesso al Rimini di portarsi sul momentaneo 2-1. Insufficiente infine Felci arretrato sulla linea dei terzini. Il giovane esterno abruzzese, è chiaro, non possiede i fondamenti di base per ricoprire tale ruolo nel pacchetto arretrato, se non naturalmente solo in particolari situazioni. Nella coda del match ennesima espulsione stagionale per i biancazzurri. Questa volta il rosso è toccato a Marco Martini, reo di aver rivolto all'arbitro Lops di Torino qualche parola di troppo.

Martedì il Pescara tornerà in campo all'Adriatico contro lo Spezia. Poteva essere un match decisivo per la permanenza in serie B, invece rappresenterà la prima di sette "passerelle" che condurranno i biancazzurri alla fine di questo tristissimo torneo, negativo in tutti i sensi...


RIMINI-PESCARA, IL TABELLINO

RIMINI: (4-4-2)Handanovic, Baccin(30' st Bischeri), Vitiello, Porchia, Regonesi, Pagano, Cristiano, Cascione(40' st Ambrosini), Valiani, Matri, Ricchiuti.
A disp: Pugliesi, Bravo, Tasso, Cardinale, Pezzi.
Allenatore Acori.

PESCARA: (4-4-2)Polito, Felci(12' st Gautieri), Olivieri, Delli Carri, Demartis, La Vista(17' st Agomeri), Aquilanti, Moscardi, De Falco(1' st Papini), Vantaggiato, Martini.
A disp: Tardioli, Rigoni, Russo, Vellucci.
Allenatori De Rosa e Vivarini.

RETI:13' pt Pagano (R), 27' pt Vantaggiato (P), 1' st Pagano (R), 24' st Aquilanti (P).
ESPULSI: 27' st Martini per proteste.
AMMONITI: Cascione, Cristiano, Vitiello, Felci, Olivieri, Delli Carri, Aquilanti.
TERNA ARBITRALE: Lops di Torino, Maggiani - Vicinanza, IV° uomo: Borracci.


Andrea Sacchini 29/04/2007