La holding inglese di Anthony Baron oggi a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1759



PESCARA. Oggi è il giorno tanto atteso da tutti gli sportivi pescaresi. Alle 15.00 all'Hotel Promenade di Montesilvano, Anthony Baron verrà presentato agli organi di stampa e alla città di Pescara.
Nell'incontro l'economista inglese, coadiuvato da Francesco Fucilla e dall'attuale patron della Pescara calcio Max Pincione, illustrerà le modalità e le motivazioni che spingerebbero questa chiacchierata holding inglese ad investire nel calcio pescarese. Sarà l'occasione ideale per chiarire una volta per tutte le reali intenzioni del gruppo britannico anche, soprattutto, riguardo lo stadio Adriatico. Le indiscrezioni filtrate in ambienti pescaresi negli ultimi giorni, infatti, vedrebbero come condizione indispensabile per la holding inglese di investire nella Pescara calcio, quella della partecipazione diretta alla ristrutturazione dell'impianto sportivo del capoluogo abruzzese. In alternativa la costruzione di uno stadio nuovo solo per il calcio.
Questa versione dei fatti non è mai stata confermata dai diretti interessati, al contempo però non è stata neanche mai smentita.
Ad ogni modo poche ore e saranno fugati parecchi dubbi a proposito. Lo stesso presidente Pincione in tal senso, nelle passate settimane ha più volte manifestato l'intenzione di ammodernare l'Adriatico.
In particolare lo stesso patron, in una emittente televisiva regionale, ha ammesso che già esiste un progetto ed un plastico del nuovo stadio di Pescara.

Per quanto riguarda la categoria primavera, il ricorso alla CAF della Pescara calcio ha avuto come primo effetto quello di bloccare per il momento il calendario della poule scudetto.
Al posto dei biancazzurri approderebbero agli ottavi di finale i ragazzi della Cisco Roma, che se la vedranno con la quotata Juventus campione in carica. Considerato il fatto che la CAF prenderà la decisione definitiva solo nei prossimi giorni, i romani sono stati ammessi con riserva. Ci sono infatti ancora possibilità per la truppa del tecnico Di Mascio di partecipare ai play-off scudetto al posto dei romani. Il primo ricorso del sodalizio di via Mazzarino ha portato alla riduzione dei punti di penalizzazione dagli iniziali 45 a 10, con l'aggiunta di quattro turni di squalifica al campo. Malgrado ciò, il Pescara è comunque fuori dalla fase finale per la conquista del tricolore, meritatamente conquistata sul campo. I dirigenti del club sono comunque fiduciosi riguardo una positiva chiusura della vicenda.
Chiusura dedicata alla prima squadra. Cattive notizie per il duo tecnico Vivarini-De Rosa che, sabato in occasione della partita Pescara-Arezzo, dovrà fare a meno di Zoppetti appiedato per due turni dal giudice sportivo. Al difensore, in forza al delfino da due anni, si aggiungono Mora e Delli Carri ancora squalificati e Gonnella il cui recupero è ancora incerto. Negli aretini mancherà l'ex centrale Terra fermato per un turno.

LA TRIBUNA MAIELLA DELLO STADIO ADRIATICO DEDICATA A DOMENICO ALLEGRINO

Ieri al comune di Pescara, alla presenza tra l'altro del presidente Max Pincione e dell'assessore allo sport del capoluogo abruzzese Rocco Persico, è stata presentata l'intitolazione della tribuna Maiella a Domenico Allegrino.
La conferenza ha preceduto la cerimonia che si terrà sabato alle ore 15.15, prima della gara di campionato Pescara-Arezzo, durante la quale verrà scoperta una targa in sua memoria. Saranno naturalmente presenti istituzioni, amici e parenti di Domenico Allegrino.

Andrea Sacchini 19/04/2007 8.59