Pescara calcio: prosegue il conto alla rovescia per la Juventus

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1181



PESCARA. Dopo le incomprensioni dell'ultimo sabato, il presidente Max Pincione ha provveduto al versamento della sua quota (il 25% del totale) per la ricapitalizzazione della società Pescara 70. Considerato il fatto che gli altri soci hanno già versato la loro parte, non dovrebbero esserci problemi per l'aumento del capitale sociale vero e proprio che avrà luogo il 29 marzo, l'antivigilia della partita Pescara-Juventus.
In tale data, Pescara 70 ricapitalizzerà il club biancazzurro. Detto ciò, quella di ieri è stata una giornata interlocutoria in cui non è successo alcunchè di significativo a livello societario, eccezion fatta per l'ex socio Tavarner che ha smentito ogni suo possibile rientro nella Pescara calcio come paventato da alcuni organi di stampa.

Per quanto riguarda lo stadio Adriatico si attende solo la decisione sull'agibilità da parte dell'Osservatorio del Viminale.
Prosegue a ritmo sostenuto nel frattempo la vendita dei tagliandi per la gara Pescara-Juventus in programma sabato.
Anche nella giornata di ieri sono stati venduti circa 5.000 biglietti che vanno ad aggiungersi agli altrettanti staccati lunedì.
Se la caccia al biglietto proseguirà a ritmo così sostenuto come negli ultimi due giorni, l'impianto pescarese farà registrare per la prima volta negli ultimi due anni il “tutto esaurito”. L'ultima gara dei biancazzurri con tutto lo stadio “sold-out” è stata l'infausta partita Pescara-Crotone 1-4 del 5 giugno 2005 con 16.000 spettatori presenti.
Nell'occasione l'intera Curva Sud fu riservata agli appena 100 sostenitori calabresi, mentre i prezzi di tutti gli altri settori subirono un ribassamento notevole.
Il dato dei paganti va aggiunto ai circa 1.300 abbonati stagionali e agli oltre 1.500 mini-abbonamenti già venduti. Per questi ultimi la società si aspettava qualcosina in più ma malgrado la buona iniziativa, a pesare sono stati i cattivi risultati ottenuti dalla squadra a partire dalla sconfitta patita a Verona.
Sempre in occasione del match con i bianconeri, potrebbe finalmente prendere vita, dopo lunghi anni di assenza, il tabellone luminoso piazzato in Curva Sud.
Infine una nota di colore. Gli adriatici indosseranno con la Juventus una maglia unica, simile a quella dei primi anni di vita del Pescara.
Sfondo bianco con tre strisce orizzontali azzurre. Tale iniziativa è stata presa per l'eccezionalità dell'evento ma soprattutto per festeggiare i 70 anni di vita del delfino, nato nel 1936. La maglia non verrà riproposta in nessun'altra occasione, rendendo in questo modo la stessa un pezzo unico e storico.

Andrea Sacchini 28/03/2007