Pallanuoto. La Humangest di scena a Modena

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1152

La prima panchina di Paolo Bocchia non è stata premiata dal risultato positivo la settimana scorsa a Como, ma il calendario concede subito un'altra possibilità alla Humangest Water Polis con la seconda trasferta consecutiva: i pescaresi saranno infatti di scena domani pomeriggio (sabato, ore 17.30, arbitri Pezzoni e Viola) a Modena.
La situazione di classifica non è certo delle migliori in casa dei pescaresi che, dopo sette partite e una sola vittoria all'attivo, stazionano al penultimo posto con tre punti: alle spalle a quota zero c'è il Bergamo, davanti – con sette punti all'attivo – troviamo l'Acilia, poco più avanti Cagliari e Modena.
Ricordiamo che le ultime due classificate retrocederanno, la terz'ultima e la quart'ultima saranno condannate ai play-out.
Come è trascorsa la settimana di lavoro della Humangest? A parte un po' di scoramento per la situazione, che comunque è anche figlia del lungo e grave infortunio occorso al croato Dragan Medan, i ragazzi si sono allenati con regolarità e con impegno.
Bocchia ha continuato a provare nuove soluzioni specialmente in attacco e si è dichiarato abbastanza fiducioso: «Ho sempre detto che, a campionato in corso, grandi stravolgimenti non è possibile farne, però anche in questa settimana ho voluto provare e riprovare gli schemi in maniera maniacale, perché solo lavorando sui particolari si possono limitare gli errori. Come sta la squadra? Secondo me bene, adesso si tratta di toglierci di dosso questa striscia di risultati negativi e cominciare un nuovo campionato».
L'occasione potrebbe esserci a Modena, contro un avversario neopromosso ma allo stesso tempo anche estremamente rinforzato rispetto alla passata stagione. Nel suo organico, gli stranieri Petrovic e Strizic e anche l'ex biancazzurro Manuel Lizzari, oltre all'ex centroboa del Recco Diego Sesena.
Nelle file della Humangest, Bocchia ha deciso per il turn-overo di lasciare a casa Di Giovanni e Amoroso.
Partita dal pronostico difficile, quindi, ma di importanza capitale per il Pescara appena prima di tre scontri diretti contro Acilia, Cagliari e Bergamo.

02/03/2007 19.35