MOTORI. Foto "rubate" con un cellulare svelano la Chevrolet Corvette 2009

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1263

MOTORI. Foto "rubate" con un cellulare svelano la Chevrolet Corvette 2009

E' diventato un caso negli Usa.
Un progetto ultra custodito, top secret, svelato dall'occhio indiscreto del Web.
Così il modello di punta della casa Gm, la Chevrolet Corvette, che doveva rimanere segreto fino al 2009 è invece finito su tutti i giornali. Vero scoop o campagna mediatica?
I soloni della Casa di Detroit avevano deciso di chiamarla “Blue Devil” Diavolo blu in onore del College Duke University dove il Presidente della G.M, Rick Wagoner condusse a termine i suoi studi.
Sotto il suo cofano avrebbe pulsato un cuore di 600Cv.




Esternamente aveva subito una plastica speciale,tanto da spingere i soliti critici a pensare che la Corvette del 2009 avrebbe superato i 125 mila dollari.
A far saltare il segreto ha contribuito anche la”curiosità” umana. Un addetto ai trasporti della Casa, avrebbe dovuto trasferire il prezioso modello e avendo a portata di mano una macchina fotografica ha pensato di “far fuori” la bella Chevrolet, così le foto sono state acquistate e pubblicate da alcune testate internet che si dedicano ai motori.
Anche PrimaDaNoi.it propone qualche foto della vettura che da anni fa palpitare il cuore degli sportivi e conquista allori sui vari circuiti del mondo.




Il “colpevole”, che avrebbe scattato le foto con un cellulare e non avrebbe resistito alla tentazione di provarla, e' stato licenziato, una speciale commissione interna della GM indagherà sul fatto, mentre Terry Rhadigan, portavoce della Casa smentisce essere il modello del 2009, e aggiungendo che «nella GM non si commentano i prodotti futuri».
Non c'e' da sorprendersi, questo è il "sistema" generale delle Case automobilistiche mondiali.
Le foto incriminate sono state scattate a Romulus (nel Michigan) e la Polizia ha smentito di aver arrestato... il colpevole.
Lino Manocchia 27/02/2007 7.39