Motori. Pontiac cerca il bis nel grand american road racing con la Gxp.R

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

781


DETROIT. Pontiac ha presentato l'auto da corsa GXP.R che gareggerà nella classe GT della Grand American Rolex Sports Car Series 2007. La GXP.R arriverà in pista nel corso del mese per partecipare alla famosa corsa Rolex 24 Ore di Daytona in Florida.
Con la carrozzeria ispirata alla coupè Pontiac G6 GXP Street
Edition, la GXP.R rappresenta il passo successivo nell'evoluzione di un programma sportivo di successo inaugurato con la GTO.R appositamente costruita.
«La GXP.R inaugura il prossimo capitolo di una campagna sportiva di enorme successo che ha consentito a Pontiac di superare Porsche e BMW nell'altamente competitiva classe GT», ha dichiarato John Larson, direttore generale di Pontiac. «Promette di riprendere lo slancio della GTO.R per approdare a un'altra stagione vincente».
Costruita conformemente alle specifiche della classe GT della Grand American, la nuova auto è disponibile a trazione posteriore con una versione da corsa del motore V-8 LS2 che sviluppa circa 450 cavalli (335 kW). Si basa sullo stesso design del motore V-8 di IV generazione utilizzato per la Grand Prix GXP di produzione. La G6 GXP di produzione è dotata di un sofisticato motore V-6 DOHC da 3,6 l con regolazione variabile delle valvole che sviluppa circa 252 cavalli (188 kW).
La carrozzeria della GXP.R mantiene il profilo di una G6 GXP di produzione, ma dappertutto vengono utilizzati duplicati leggeri dei pannelli in fibra di carbonio per ridurre la massa complessiva.
Anche i vetri dei finestrini di serie sono stati sostituiti con elementi in policarbonato resistenti agli urti e più leggeri. I pannelli della struttura sono collegati a un telaio tubolare personalizzato con i parafanghi anteriori e posteriori estesi per coprire i grandi cerchi da 18'' e i pneumatici da corsa Hoosier specifici della classe. È collegata al telaio anche un'enorme alettone posteriore che garantisce la forza stabilizzatrice di spinta verso il basso. Non si tratta di un alettone per il modello di produzione, perché la G6 GXP propone un proprio spoiler posteriore distintivo.

Corse con veicoli di produzione
La classe GT della Grand American è formata da coupè e berline di produzione modificate per le gare.
Svariati componenti del motore devono essere identici a quelli utilizzati sui modelli di produzione. Il telaio tubolare e la carrozzeria ribassata vengono utilizzati per assicurare la trazione e la stabilità alle velocità elevate, mentre i pratici interni sono caratterizzati dall'eliminazione di elementi come l'aria condizionata e una radio con funzionalità MP3 per fare posto a all'incrocio di tubi della cella antirollio protettiva, un unico sedile sportivo, strumenti da corsa e altri accessori destinati esclusivamente alle gare.

La serie di gare Grand American Racing, la quale include la classe Daytona Prototype, è stata fondata nel 1999 con l'obiettivo di ridare slancio alle corse su strada in America.
Lino Manocchia 14/02/2007 9.32