La Humangest risorge a Bologna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

792


Senza quasi la metà della squadra a disposizione, tra influenze, acciacchi e infortuni vari, la Humangest Water Polis ha conquistato tre punti fondamentali nella trasferta di Bologna, ritenuta proibitiva alla vigilia.
Proibitiva perché il President Bologna non perdeva in casa da oltre un anno, proibitiva perché il team emiliano è stato costruito con giocatori bravi ed esperti per arrivare a giocarsi la promozione in A1.
E invece il Pescara ha espugnato la piscina “Sterlino” per 10-9, soffrendo ma anche meritando, lottando fino allo strenuo delle forze, visto che coach Maurizio Gobbi aveva a disposizione giusto lo stretto necessario per scendere in acqua.
Così ha fatto ruotare sapientemente i suoi atleti e ha messo in difficoltà il quotato avversario sul piano della freschezza e del nuoto. I minuti prima del fischio definitivo della sirena sono stati carichi di emozione, ma la squadra non ha mai smesso di giocare e ha trovato la rete del successo con il giovane Luigi Gobbi, che guarda caso era stato per tutta la settimana a letto con la febbre alta.
E' stata la vittoria del gruppo e del gioco, una giornata in cui tutti sono stati determinanti e nessuno è stato il protagonista isolato. Ma questi punti molto pesanti dovranno essere solo la base per provare a risalire la china di una classifica ancora non buona, avendo la Humangest collezionato tre sconfitte prima dell'affermazione di Bologna.
Si accennava allo spirito di gruppo, fondamentale, ma è comunque doveroso ricordare le parate di Paolo Bocchia e le prove da veterani da parte di due che veterani non sono, cioè Andrea Di Fulvio e Mattia Di Giovanni, o l'orgoglio di due uomini debilitati dall'influenza come Luigi Gobbi e Vladimir Latkovic.
Adesso il calendario riserverà alla Water Polis due match interni consecutivi, contro il Vallescrivia e contro l'Imperia, cioè due liguri che sono attualmente al secondo posto. Tradotto, significa che non si dovrà abbassare la guardia proprio ora.

05/02/2007 21.20