Chiuso il calcio mercato si fanno due conti in casa Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1359

MILANO. Si è chiuso alle 19.00 di ieri sera, nella sede dell'hotel “Ata Quark” alle porte di Milano, il calciomercato per le società professionistiche italiane.
Per il Pescara, questo di gennaio è un mercato dal sapore agrodolce all'insegna del risparmio.
Dopo gli ottimi arrivi di Polito, Mora, La Vista e Russo nelle settimane scorse, nell'ultimo giorno si registra una sola operazione in entrata per il sodalizio di via Mazzarino.
Di tutti gli obbiettivi di mercato fissati dal duo Iaconi-Bignone, infatti, il solo Daniele Vantaggiato è stato raggiunto.
L'attaccante giunge dal Bari in prestito secco fino a giugno.
Lascia la città pescarese invece Carozza che, con la stessa formula del trasferimento a titolo temporaneo, passa al club pugliese.
Sfumati dunque al fotofinish gli acquisti di Cesar dal Catania, Cozzolino dal Chievo ma soprattutto Luisi dal Modena.
Quest'ultimo in particolare, piuttosto a sorpresa, ha rifiutato il trasferimento in riva all'Adriatico.
Lo stesso presidente Renzetti, al telefono, ha cercato in tutti i modi di convincere il giocatore ad accettare il trasferimento senza però avere fortuna.
Luisi dunque resta al Modena con grande dispiacere di tutti i tifosi del delfino, che tanto confidavano in un suo eventuale ritorno in maglia biancazzurra.
A causa del fallimento della trattativa con il biondo centrocampista di nascita pescarese, si è stati costretti ad annullare di conseguenza la cessione di Moscardi all'Ancona che, fino ad una manciata di minuti dalle 19.00, sembrava cosa fatta.
Concluso il mercato, fin dalla prima serata discordanti sono state le opinioni dei tifosi sui vari blog internet.
Alcuni considerano buona la campagna di rafforzamento portata avanti dalla società, altri invece si sono espressi in maniera alquanto critica nei confronti dei due DS.
Resta il fatto, questo incontrovertibile, che si poteva fare qualcosa di più.
Era difficile pensare che la coppia Iaconi-Bignone non avesse in serbo delle alternative in caso di rifiuto di Cesar e Luisi ma, incredibilmente, proprio così è stato.
D'altronde questo è il caro prezzo da pagare quando si fa tutto all'ultimo momento.
In definitiva, non è stato acquistato un terzino destro che possa all'occorrenza dare il cambio a Demartis, in evidente difficoltà in questo ruolo delicato fin dall'inizio del campionato.
Non è arrivato un centrocampista centrale ed è giunto solo il già citato Vantaggiato, in fin dei conti, un discreto innesto nulla di più.
La punta, classe 1984, ha disputato quest'anno con il Bari 15 partite andando a segno due volte. Nel Crotone, 2003/2004 e 2004/2005 (58 partite e 18 gol in C1 e B, ndr) le migliori annate del giovane attaccante nato a Brindisi. All'epoca, l'allenatore degli squali calabresi era l'ex biancazzurro Giampiero Gasperini che utilizzava Vantaggiato come terzo attaccante di sinistra a completare il tridente offensivo dei rossoblù.
Come ultima nota negativa del mercato, resta infine da recuperare psicologicamente un giocatore comunque importante come Moscardi, rimasto a Pescara all'ultimo a causa del “grande rifiuto” a tornare di Luisi.
La sua intenzione, nota peraltro a tutti, era quella di cambiare aria ma ciò per buona pace del giocatore non è avvenuto. L'ex centrocampista di Vicenza e Piacenza, qualora venisse recuperato dal duo Vivarini-De Rosa, potrebbe davvero rappresentare l'alternativa giusta ai centrali Luci e Papini. Moscardi, dunque, potrebbe risultare il rinforzo a centrocampo tanto auspicato dagli operatori di mercato biancazzurri e mai venuto. Altrimenti, il giocatore è destinato a rimanere ai margini della prima squadra fino al termine del torneo cadetto.


PESCARA CALCIO: TUTTI I “MOVIMENTI” DI GENNAIO

Gli acquisti
Natale Gonnella (dif.), dall'Atalanta, a titolo definitivo;
Giorgio La Vista (cen.), dal Bari, a titolo definitivo;
Nicola Mora (dif.), dal Bari, a titolo definitivo;
Ciro Polito (por), dal Catania, in prestito fino a giugno;
Nello Russo (att.), dal Crotone, in prestito fino a giugno;
Daniele Vantaggiato (att.), dal Bari, in prestito fino a giugno;
Ivan Vellucci (cen), dal Lanciano, per rientro prestito.

Le cessioni
Vitangelo Spadavecchia (por.), al Catania, in prestito via Bari;
Marco Ferrante (att.), al Verona, a titolo definitivo;
Andrea Carozza (cen), al Bari, in prestito fino a giugno.

Andrea Sacchini 01/02/2007