«Il Lanciano punito ancora dall’arbitraggio». Contro l’Avellino finisce 0-1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2060


Arriva la capolista Avellino e lo stadio di Lanciano si veste a festa; giornata rossonera dedicata soprattutto alle donne.
Parte del ricavato, infatti, andrà in beneficenza all'Associazione onlus Komen Italia di Roma che opera nel campo della lotta ai tumori del seno. Era presente alla partita il presidente dell'associazione nonché direttore del Centro di Senologia del Policlinico Gemelli di Roma , il professor Riccardo Masetti.
Giornata nuvolosa e fredda ma al G. Biondi il pubblico delle grandi occasioni c'era lo stesso: circa 2.300 spettatori presenti tra cui circa 1.500 tifosi irpini.
Nell'ultima partita casalinga del 2006 il Lanciano, nonostante la sconfitta immeritata, esce a testa alta dallo stadio.
Partita equilibrata soprattutto, nel primo tempo quando entrambe le formazioni hanno giocato alla pari, mentre nella ripresa pochi i timidi tentativi del Lanciano di proiettarsi in avanti alla ricerca del vantaggio. E' però l'Avellino a conquistarsi un penalty concesso dall'arbitro Barbirati.
Prossimo appuntamento con l'ultima partita della stagione e del girone di andata contro la Juve Stabia reduce dalla vittoria ottenuta in trasferta contro il Giulianova.

LE FORMAZIONI

Assente Guarna non in perfette condizioni, mister Camplone riconferma Maurantonio tra i pali.
Stesso modulo 4-3-3 per i padroni di casa con: Maurantonio in porta, linea difensiva formata da: Vincenti, Scrò, Molinari e Bolic centrali; centrocampo a tre con: Carboni, Correa e Leone; in attacco: La Camera e Vellucci esterni con Colussi centrale.
Risponde così l'Avellino con un classico 4-4-2 con : Gragnaniello in porta, difesa a quattro con: Ametrano , Ulivi, D'Andrea e Puleo centrali; centrocampo con: Di Cecco, Porcari, De Angelis,Grieco; attacco formato da: Biancolino ed Evacuo.
Molte le assenze in casa irpina squalificati: Moretti e Riccio, mentre infortunato Bacis.

MINUTO PER MINUTO ( 1 TEMPO)

MINUTO 3': Lanciano parte in attacco. Carboni tenta il tiro dalla distanza ma, il pallone finisce abbastanza a lato.
MINUTO 25': L'Avellino si rende pericoloso con Evacuo che tende invano con un pallonetto di sorprendere il portiere Maurantonio, ma il difensore Molinari salva sulla linea.
MINUTO 30': Ancora Evacuo, tenta con un tiro ma, il portiere si oppone bene.
MINUTO 43': Prima sostituzione del Lanciano, fuori Correa per infortunio e dentro Paniccia.

SECONDO TEMPO

MINUTO 4': Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Evacuo colpisce di testa il pallone, ma Maurantonio compie un'autentica prodezza e salva il risultato.
MINUTO 17': Colussi, lanciato da Paniccia, tenta la fuga, ma il guardalinee sventola il fuorigioco.
MINUTO 22': Biancolino, con una girata trafigge il portiere, ma il gol viene annullato per fuorigioco.
MINUTO 32': Calcio di rigore per l'Avellino su un fallo commesso da Scrò. Penalty realizzato da Grieco, Avellino in vantaggio.
MINUTO 42': Colussi da solo ha realizzato, ma l'arbitro annulla per fuorigioco.
MINUTO 50': Ci prova Molinari, su punizione a riequilibrare le sorti senza esito.

COMMENTI FINALI.

Rammarico e rabbia negli spogliatoi del Lanciano, al termine della gara con l'Avellino per il rigore concesso dall'arbitro alla squadra irpina.
Queste le dichiarazioni di fine gara del direttore dell'Area tecnica Genovesi del Lanciano e dei due mister Camplone e Galderisi.

GENOVESI: «L' Avellino è una realtà importante di questo campionato, forse oggi non aveva bisogno di qualche piccolo vantaggio perché noi ci rammarichiamo per l' azione per il calcio di rigore concesso. Prima prima c'era stato un evidente fallo di mano del centravanti dell'Avellino che ha stoppato completamente la palla e di conseguenza in quella circostanza bisognava fermare il gioco.
La partita si era sviluppata molto correttamente da parte di entrambe le squadre si erano battute con grande vigoria e probabilmente il risultato di parità sarebbe stato più giusto».

GALDERISI: «Abbiamo affrontato la migliore squadra di questo torneo è stata dura, abbiamo sofferto; quando vedo i giocatori che soffrono vuol dire, che tutti hanno qualcosa da dare».

CAMPLONE: «Mah, sì, un episodio l'ennesimo. Ancora una volta ha vinto l'arbitraggio vedi: Perugia, Gallipoli, Foggia. Tutto sommato la mia squadra ha affrontato l'Avellino col piglio giusto abbiamo rischiato qualcosina in avanti; però ancora una volta ci ha puniti l'arbitraggio».

RETE DI: Al 32' del secondo tempo su rigore Grieco

AMMONITI: Bolic, Carboni, Vincenti (L) ; Ametrano, Porcari (A)
CALCI D'ANGOLO: Lanciano: 4 Avellino: 6

Rita Consorte 18/12/2006 11.49