Basket. La Siviglia Wear a Udine per dare continuità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1090



L'undicesimo turno del Campionato di Serie A TIM, propone per la Siviglia Wear Teramo Basket, l'anticipo (inizio ore 18) in terra friulana, ospiti della Snaidero Udine.
I friulani hanno fatto registrare sinora un andamento altalenante, conquistando le 3 vittorie stagionali esclusivamente tra le mura amiche.
Ad accrescere i motivi d'interesse del confronto, vi è anche l'esordio, (anche se si tratta di un ritorno a tutti gli effetti) davanti al proprio pubblico, del talentuoso playmaker Jerome Allen, che ha preso il posto del polacco Wisniewski.
La Siviglia Wear, invece, dopo il corroborante successo interno con Livorno, frutto di una prestazione assolutamente convincente da parte dell'intero collettivo, proverà a bissare la vittoria esterna di Biella di poco più di un mese fa, con la consapevolezza (e questo campionato sta lì a dimostrarlo settimanalmente) che ogni match nasconde insidie particolari, ma offre parimenti la possibilità di poter vincere contro chiunque.
Compito della Siviglia Wear, pertanto, sarà quello di provare a ricostruire una nuova striscia di risultati utili, dando seguito alla splendida partita giocata domenica scorsa contro la TdShop.it e regalando un'ulteriore soddisfazione al passionale pubblico di fede biancorossa.
Così presenta la gara coach Luca Dalmonte: «Partita difficile, non per essere banale, ma per ribadire le continue difficoltà che offrono avversari ed equilibri di valore.
Bisogna essere ben consapevoli di affrontare un team, che vedrà nella nostra gara, visto l'esordio casalingo di Allen, un perno su cui girare.
È inequivocabile come la Snaidero Udine abbia un roster di valore ed è fuor di dubbio che il reinserimento di Allen, aumenta in modo esponenziale il rendimento degli altri.
Dobbiamo – conclude il coach – avere l'idea di giocare con una difesa molto fisica, accompagnata da un atteggiamento parimenti duro e determinato, per provocare, mentalmente e tatticamente, le difficoltà più numericamente elevate a Udine».
Queste invece le parole del capitano Gianluca Lulli: «La Snaidero è un team temibile, che con il reinserimento di Allen, diventa senz'altro più pericolosa e maggiormente equilibrata, anche nel gioco di squadra; è evidente come in casa si trovino decisamente più a loro agio, avendo perso in modo netto solo all'esordio contro la VidiVici e poi sconfiggendo, tra le altre, anche Milano.
Per noi, però, c'è la ghiotta possibilità di dare continuità ai nostri risultati, disputando una buona gara ed iniziando così a recuperare quei punti persi in malo modo ad inizio stagione, certi che la classifica attuale non è ancora lo specchio fedele della nostra caratura. Fondamentale sarebbe il recupero di Hurd, che per noi è di primaria importanza, ma sono ad ogni modo fiducioso che la squadra disputi una partita all'altezza della situazione, consapevoli delle nostre possibilità».
09/12/2006 9.03