Lacamera: «Stiamo lavorando per il primo colpo esterno a Foggia»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1497

Lacamera: «Stiamo lavorando per il primo colpo esterno a Foggia»
LANCIANO. Sul prato del G. Biondi di Lanciano, al termine del consueto allenamento Giovanni Lacamera classe '83 attaccante, siciliano “doc”; si è concesso anche con una certa simpatia a PrimaDaNoi.it.
Non ha una fidanzata, gli piace molto stare in compagnia della famiglia o degli amici quando vuole stare tranquillo. Nella sua squadra è riuscito a legare un po' con tutti in modo particolare fa “comunella” con Valerio Carboni il quale sembrerebbe un ottimo imitatore.
Grazie ad un suo gol il Lanciano, è riuscito a rimontare il risultato domenica nella partita contro il Teramo, per poi vincere l'incontro con la rete dell'argentino Correa e portare a casa tre punti importantissimi.
Un ragazzo semplice come molti altri cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Messina, lo scorso anno aveva iniziato la stagione in C2 nel Casale; poi nel campionato di Eccellenza umbra.
Ora si trova alla sua prima stagione in rossonero , la prima da professionista nel torneo di C1.

Allora, Giovanni che rapporto hai con i tuoi genitori . Ti hanno mai ostacolato nella scelta di questa professione?
«Con i miei genitori ho un rapporto ottimo. Non mi hanno mai ostacolato nelle mie scelte anzi mi hanno sempre assecondato come ogni genitore fa con i propri figli. Anche se non è stato facile».

Come ami trascorrere il tuo tempo libero? Hai degli “hobby” particolari?
«Mi piace stare in tranquillità non amo i posti affollati e visto che c'è sempre allenamento quando voglio stare un po' più sereno cerco di dedicare il mio tempo libero alla mia famiglia oppure sto con gli amici»

Con chi degli attuali compagni di squadra, sei riuscito maggiormente a legare?
«Sicuramente con le persone con le quali vivo attualmente tutti i giorni: Guarna, Carboni, Correa , Rinaldi».

Chi è il più simpatico della squadra?
«Valerio Carboni, è un grande… lui fa il gruppo. Con le sue imitazioni ci tiene sempre in allegria e quando siamo un po' giù ci fa ridere. Tutto questo in una squadra è molto importante».

E con il mister Andrea Camplone?
«Mah, con il mister ho un buon rapporto anche perché mi sta facendo giocare e mi sta dando la sua fiducia; io spero di ripagarlo al meglio».

Lacamera, sarà la nuova rivelazione di questo giovane Lanciano?
«Io lo spero, l'importante è fare sempre bene. Però prima di tutto mi auguro che sia il Lanciano la nuova rivelazione. Poi, se deve emergere qualcuno, io me lo auguro, visto che cerco di lavorare sempre al meglio».

Foggia, Avellino, Juve Stabia tre impegni difficili sulla carta ma, non proibitivi. Un test per verificarne le ambizioni?
« Noi siamo una squadra molto giovane che però non si risparmia mai. Sono squadre ostiche noi e dal canto nostro cercheremo sempre di giocare la nostra partita fino in fondo; anche a Foggia andremo per fare la nostra gara, poi si vedrà. Ci servirà per crescere e fare esperienza».

Lanciano, più forte in dieci?
«Il Lanciano non è più forte in dieci ma è qui emerge la forza del gruppo. Certo, non è facile ogni volta rimontare, per ora ci riusciamo speriamo anche nel futuro».

A quando il primo “colpo” esterno del Lanciano?
«Speriamo il prima possibile. Magari in una partita importante come quella di domenica a Foggia sarebbe un risultato prezioso».

Lacamera, quali aspettative per il futuro?
«Sono arrivato qui a Lanciano con la massima tranquillità a giocarmela poi tutto ciò che verrà sarà tutto guadagno».

Rita Consorte 07/12/2006 11.42