Pescara calcio: 21 reti per la prima uscita stagionale sul campo del Caramanico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1175

CARAMANICO. 21 goal nella prima "sgambata" dei biancazzurri che superano per 21-0 la locale formazione del Caramanico, militante nel campionato provinciale di terza categoria.
Presenti al campo di San Nicolao oltre al presidente Dante Paterna ed il DS Marco Bignone, circa 900 sportivi che hanno potuto così applaudire i giocatori del Pescara.
Test importante soprattutto per verificare la tenuta fisica della squadra dopo una settimana di ritiro. Sugli scudi Daniel Ciofani autore di ben 4 reti. Le altre segnature tra gli altri portano le firme di Croce, Paponetti, Martini,Caremi e Vellucci. Tanti i "primavera" che sono scesi in campo.
Nonostante il risultato non abbia alcuna importanza vista la troppa differenza tecnica tra le due compagini, il tecnico Ballardini è comunque felice per come i suoi ragazzi hanno rispettato gli ordini tattici dati.
PESCARA 1° T (4-2-3-1): Di Girolamo; De Martis, Zoppetti, Delli Carri, Gimenez; Tognozzi, Caremi; Croce (26' pt Vellucci), Carozza, Martini (26' pt Vicentini); Paponetti.
PESCARA 2° T (4-2-3-1): Amadio; Felci, Pomante, Di Berardino, Vitale; Cinelli, Aquilanti; Vicentini (16° st Triuzzi), De Falco, Vellucci (16° st Scappaticci); Ciofani.
Allenatore: Davide Ballardini.


NOTIZIE DI MERCATO:

Dopo gli arrivi ufficiali di Demartis e Gonnella, la difesa è da considerarsi quasi al completo. Manca infatti almeno un portiere in grado di completare il reparto offensivo. Tra i tanti nomi fatti, è questione di giorni l'ingaggio di Spadavecchia dal Bari che dovrebbe arrivare con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Pescara. Da limare comunque alcuni dettagli economici dell'operazione. Belardi ex Napoli e Reggina potrebbe invece ricoprire il ruolo di "secondo".
A questo punto resta da rinforzare il centrocampo e l'attacco, attualmente "poveri" di giocatori di livello capaci di affrontare un campionato di serie B che si prospetta difficilissimo causa le "eccellenti" retrocessioni di Fiorentina, Lazio e Juventus.
Continuano senza sosta i contatti tra Andrea Iaconi ed il Chievo per il passaggio in Abruzzo degli esterni Antonelli e Cariello.
I clivensi starebbero pensando ad uno scambio che porterebbe a Verona almeno uno tra Vellucci, Croce e Caremi.
Al Pescara potrebbe anche andare un robusto conguaglio economico. Nonostante ci sia grande fiducia nelle indiscutibili qualità tecniche del giovane Andrea Carozza, è noto che la società cerca un centrocampista esperto abile sia nell'impostazione del gioco sia in fase di interdizione. Ivan Juric del Crotone pare il rinforzo ideale ma il croato pare inarrivabile a causa del suo elevato ingaggio. Più facile arrivare a Gissi nell'ultima stagione a Catanzaro e Moscardi in rotta con il Vicenza.
Per l'attacco in attesa della decisione di Cammarata circa il suo rinnovo contrattuale, si sonda il mercato alla disperata ricerca di un attaccante in grado di garantire un discreto bottino di goal. Ferrante e Soncin sono i nomi più gettonati ed i più prestigiosi. Mentre per il primo la società ha qualche riserva considerata l'elevata età, per l'ex punta del Lanciano l'ostacolo principale è rappresentato dall'alto ingaggio e dall'agguerrita concorrenza da parte di numerosi club cadetti. L'Atalanta sarebbe comunque disposta a cedere il giocatore solamente in prestito viste le sue grandi qualità tecniche in prospettiva futura.

Per quanto riguarda le partenze, Ciofani ha rifiutato il trasferimento alla Sambenedettese mentre Aridità è vicinissimo al passaggio in prestito in C2. Si cercano acquirenti nelle categorie inferiori per Gianluca Triuzzi, deluso a causa del suo scarso impiego. Bartoletti e Vicentini potrebbero approdare al Giulianova o al Celano. Per il portiere sarebbe un gradito ritorno visto il grande campionato disputato con i bianco-blu, culminato con la storica promozione in serie C2 dei marsicani. La formula è sempre quella del prestito secco. Infine Gautieri non dovrebbe rinnovare il suo contratto.

Andrea Sacchini 24/07/2006 8.20