Pescara: iniziata l'era Ballardini, si sonda il mercato alla ricerca di rinforzi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

894

Sabato è ufficialmente iniziata l'avventura pescarese di Davide Ballardini.
I tifosi si augurano che l'ex allenatore della Sambenedettese possa portare in riva all'Adriatico successi e bel gioco, a lungo mancati, rimanendo il più a lungo possibile sulla panchina biancazzurra.
In tal senso il neo-tecnico ha firmato un contratto di due anni.
Finalmente un segno di “discontinuità” rispetto le gestioni passate, nelle quali Simonelli prima e Sarri poi non hanno avuto la possibilità di lavorare per più di una sola stagione.
Si comincia quindi a vedere una parvenza di programmazione a medio-lungo periodo.
Sembra che Ballardini percepirà un ingaggio di 80000 Euro netti a stagione.
Il sodalizio del patron Dante Paterna pare avere così individuato l'allenatore ideale per la realtà pescarese. Fin dalla prima conferenza stampa infatti è venuto subito a galla il grande entusiasmo di quest uomo, impaziente di confrontarsi con la serie cadetta.
L'ex tecnico del Cagliari, inoltre, è animato da una grande voglia di rivincita dopo la deludente esperienza vissuta in Sardegna nel passato campionato. Pescara a questo punto potrebbe essere la piazza giusta per il rilancio.
Con le nuove regole saranno molti i "primavera" integrati in prima squadra, ragion per cui non è da sottovalutare la grande esperienza con i giovani maturata dal tecnico ravennate nei trascorsi alla guida delle giovanili di Milan e Parma.

Con l'ufficializzazione della guida tecnica, il mercato del sodalizio di Via Mazzarino può sbloccarsi. Occorre mettere innanzitutto sotto contratto un valido portiere.
Ciro Polito del Catania ed Emanuele Belardi ora in forza al Catanzaro sono i candidati più autorevoli.
Più agevole comunque la trattativa che porterebbe all'ex estremo difensore di Reggina e Napoli. Non è comunque da escludere la promozione al ruolo di titolare di Bartoletti, autore di uno strepitoso finale di campionato con il Celano.
Riguardo il settore difensivo è molto difficile la conferma di Natale Gonnella, conteso da Mantova e Frosinone. Gli stessi ciociari sono fortemente interessati a Carlo Luisi, il cui desiderio però sarebbe quello di chiudere la carriera con la maglia del Pescara. I biancazzurri stanno trattando l'acquisto del forte terzino della primavera milanista Marzoratti.
Il giocatore nell'ultima stagione ha collezionato anche 2 gettoni di presenza in Coppa Italia con i rossoneri. Nelle ultime ore è anche spuntata l'ipotesi Abate, talentuoso difensore classe '86 del Piacenza sceso 13 volte in campo quest anno.
Iaconi e Bignone continuano a sondare il mercato alla ricerca di un centrocampista in grado di dettare i tempi. Sul taccuino dei DS è finito Leon, di proprietà della Reggina ma in prestito a Teramo nell'annata 2005/2006. L'alternativa all'honduregno è rappresentata dall'ex Sullo, in partenza da Messina. La vicenda "Cammarata" intanto si tinge di giallo. L'attaccante è disposto ad aspettare qualche altro giorno ma le parti sarebbero lontane per quanto riguarda l'aspetto economico.
La società nel frattempo smentisce l'interessamento per Marco Ferrante, punta svincolatasi dall'Ascoli.
Infine Cetteo Di Mascio ha prolungato il suo contratto che lo lega al Pescara per altri quattro anni. Una ennesima conferma del grandissimo lavoro che ogni anno svolge l'attuale trainer della primavera, peraltro con ottimi risultati.

Andrea Sacchini 04/07/2006 7.57