"Risalire il vento": a Montesilvano la vela per i non vedenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1303

L'associazione culturale “La Cala di Ulisse” rinnova l'appuntamento con “Risalire il vento” un progetto concepito per rendere il mare accessibile ai diversamente abili.
Esperienze in barca a vela e una parte teorica finalizzata alla conoscenza del vento e del mare, imparare ad orientarsi in acqua, sentire la direzione del vento, manovrare il timone e le vele, favorendo la fiducia in se stessi e la relazione con gli altri, questi i contenuti del corso, che si articolerà in tre sabati: 24 giugno, 1 luglio e 8 luglio, presso lo stabilimento balneare “La Saturnia”, a Montesilvano.

«Per i non vedenti – spiega Oriano Notarandrea, presidente dell'associazione – le imbarcazioni ecologiche possono rappresentare un'opportunità di svago e benessere psicofisico, oltre che di emancipazione e acquisizione di maggiore autonomia per le categorie svantaggiate, in un mondo dove le barriere architettoniche sono ancora presenti, e non solo nei luoghi più consueti, ma anche nelle strutture balneari e marittime»

La giornata di sabato 24 giugno riguarderà “Il vento e le piccole imbarcazioni a vela” e prenderà il via alle ore 10

L'iniziativa è inserita all'interno del progetto “Io, noi, tutti”, consorzio intercomunale di servizi socio-culturali sportivi, che unisce associazioni ONLUS e non-profit che operano nei settori sportivi, turistici e culturali con particolare attenzione nei confronti delle fasce sociali più deboli, con sede in Via Milite Ignoto 56 a Pescara (tel e fax 085 4718021)

L'iniziativa gode del patrocinio del Comune di Montesilvano, assessorato qualità della vita e assessorato Politiche Sociali

24/06/2006 9.15