Paterna: «stiamo lavorando per un Pescara più forte»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

976

PESCARA. Il Pescara punta sui diritti Tv, non teme l’eventuale stravolgimento della serie B per effetto delle inchieste di Calciopoli. Intanto diamo uno sguardo al calcio mercato della serie A.

PESCARA. Il Pescara punta sui diritti Tv, non teme l'eventuale stravolgimento della serie B per effetto delle inchieste di Calciopoli. Intanto diamo uno sguardo al calcio mercato della serie A.




Il Pescara, a detta del patron biancazzurro Dante Paterna, è già al lavoro in vista della prossima stagione.
L' incontro con i DS Iaconi e Bignone è servito a chiarire i programmi della società.
Nelle intenzioni del sodalizio di Via Mazzarini, dovranno essere più ambiziosi dell'anno appena concluso. A buon ragione quindi i tifosi del delfino si aspettano quantomeno il miglioramento dell'attuale undicesimo posto in classifica. Nonostante l'apparente immobilismo mostrato nelle ultime settimane, i dirigenti assicurano che si stà lavorando per un Pescara più forte. Non fanno paura le eventuali retrocessioni di grandi squadre della serie A a causa dello scandalo denominato "Calciopoli".
I possibili incontri con squadre del calibro di Juventus, Lazio e Fiorentina oltre allo svantaggio di incontrare sul campo squadre sulla carta virtualmente imbattibili, arrecherebbe anche vantaggi economici al club adriatico. La presenza di questi team se dovesse essere riscontrato un illecito sportivo, porterebbe maggiori entrate a tutti i club di B.
Innanzitutto gli incassi derivati dai diritti TV del campionato cadetto aumenterebbero come anche i guadagni al botteghino. Non necessariamente quindi un eventuale campionato di serie B pesante sarebbe visto unicamente come dannoso per le medio-piccole.

Per quanto riguarda il mercato, il Pescara è alle prese con i rinnovi dei contratti. Se per alcuni elementi la conferma è scontata, per altri non è così. Emanuele Pesaresi infatti dopo aver disputato un ottimo campionato in maglia biancazzurra, è richiesto da diversi club. Il terzino ha ricevuto un'offerta ufficiale dalla Triestina che pare essere interessata anche al trequartista Bonfiglio. Prima comunque di prendere una decisione il giocatore, che tra l'altro ha militato con buoni risultati anche nel Benfica, ha tenuto a precisare che la società adriatica resta la sua prima scelta.
Tra i primi rebus da risolvere a partire dall'uno di Luglio, giorno di apertura ufficiale del calciomercato, resta l'ingaggio di un valido attaccante. Occorre un elemento che in tandem con il confermatissimo Cammarata possa garantire almeno 14-15 gol. I nomi circolano già da diversi giorni. Cellini quest' anno a Perugia ma di proprietà della Triestina sarebbe un buon colpo ma difficilmente gli alabardati si priveranno del calciatore. Più facile arrivare al bomber della primavera del Milan Matri. Riguardo il giovane attaccante però rimane qualche riserva a causa della sua giovane età e conseguente scarsa esperienza in un campionato vero. Altre piste portano al Sampdoriano Virdis, quest'anno 12 gol in C1 con il Chieti ed al giocatore della Val di Sangro Pagano. Suggestive ma impraticabili le idee Corona del Catanzaro e Fava del Treviso.
Potrebbe partire Daniele Croce. inseguito dall' Arezzo ma soprattutto dal Catania, a caccia di giovani promesse. Valutato 2milioni di euro, il suo sacrificio sarebbe indispensabile per costruire la squadra del futuro.
Il mercato biancazzurro comunque si sbloccherà dopo l'ingaggio del nuovo allenatore. La rosa dei candidati è ridotta da settimane a tre nomi, Ballardini, Allegri e Gasperini anche se nelle ultime ore si è fatta largo l'ipotesi Cetteo Di Mascio.

CALCIOMERCATO, LE TRATTATIVE DELLA SERIE A.

La fase estiva del calciomercato si aprirà ufficialmente solo il primo luglio ma molte squadre sono già al lavoro per allestire l'organico del futuro. Molti club sono interessati ai tanti campioni che la Juventus in caso di serie B sarà costretta a vendere. Il Milan e l'Inter per diverse ragioni sono interessate ad Ibrahimovic ed Emerson. Lo svedese è considerato dai dirigenti del club di Via Turati il sostituto ideale di Shevchenko.Il regista di centrocampo della nazionale verde-oro invece prenderebbe il posto lasciato libero da Veron. I rossoneri sono anche interessati all'ingaggio dell'attaccante del Manchester United Van Nistelroy che ha manifestato la volontà di lasciare l'Inghilterra. L'alternativa all'olandese è rappresentato da Hernan Crespo. Nelle ultime ore è circolata la voce di un interessamento del Milan per Vieira. Il centrocampista francese però in caso di divorzio dalla Juve gradirebbe maggiormente l'ipotesi di un ritorno all'Arsenal.
La Lazio è vicinissima all'accordo per il rinnovo dei contratti di Peruzzi e Ballotta. Entrambi i portieri hanno pienamente convinto i vertici del club biancoceleste riguardo una eventuale riconferma.
La Fiorentina stà cercando in tutti i modi di ingaggiare Diana dalla Sampdoria. I viola vincerebbero la concorrenza agguerrita del Palermo. Il patron Della Valle è anche intenzionato ai palermitani Barone e Barzagli. Se però per il primo Zamparini è possibilista, discorso diverso riguarda il difensore centrale, ritenuto dai vertici siciliani assolutamente incedibile. Il DS rosanero Foschi ha inoltre definito l'acquisto dal Cesena del centrocampista con spiccate doti offensive Ciaramitaro.
Si prospetta un clamoroso ritorno in Italia. La Sampdoria infatti è pronta ad accogliere a braccia aperte Christian Vieri. L'ex attaccante di Inter e Lazio infatti è disposto a ridursi sostanzialmente l'ingaggio pur di giocare nuovamente in serie A.
Montolivo ha espresso il suo gradimento per un eventuale passaggio dalla Fiorentina al Parma, dove troverebbe maggior spazio. I ducali rileverebbero il fantasista dell'Under 21 con la formula del prestito. Il Siena pare aver finalmente trovato il sostituto ideale di Mirante in procinto di ritornare alla Juventus. La nuova idea per la porta è rappresentata dall'ormai ex reggino Pavarini. La stessa società toscana ha proposto un contratto biennale a Candela, nell'ultimo anno a Udine. L'ex terzino della nazionale transalpina non ha alcuna intenzione di firmare un nuovo contratto con i friulani.
L'Ascoli infine è vicina all'accordo con il Palermo per il prestito di Budan. L'attaccante croato sarebbe contento di intraprendere la sua seconda stagione consecutiva nelle Marche.

Andrea Sacchini 12/06/2006 7.54