AUTO NOVITA’. Opel GT: una sportiva classica dalla linea affascinante

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1485

AUTO NOVITA’. Opel GT: una sportiva classica dalla linea affascinante
NEW YORK. Opel fa rivivere la leggenda GT con un'inedita, quanto stupefacente sportiva biposto. La sua linea aggressiva e la trazione posteriore richiamano l'impostazione di successo del modello originale (1968 – 1973).
Al tempo stesso la nuova GT reinterpreta l'icona di allora con una roadster sportiva equipaggiata con un potente 4 cilindri in linea turbocompresso e ad iniezione diretta di benzina.
«La nuova GT è un'importante novità nella nostra gamma d'attraenti modelli di nicchia ed in quanto tale è destinata ad aumentare l'interesse del pubblico verso il marchio Opel» ha detto Carl-Peter Forster, presidente di GM Europe. «Tigra TwinTop, Astra TwinTop e questa nuova GT sono tre automobili molto differenti tra loro, ma tutte in grado di offrire una guida davvero entusiasmante».
La nuova Opel GT 2007 è un'automobile che si annuncia particolarmente piacevole da guidare: merito del motore anteriore e della trazione posteriore che garantiscono un'equilibrata ripartizione dei pesi, così come del passo lungo (2.415 mm) e del motore 2.000 ECOTEC turbo da 260 CV ad iniezione diretta di benzina che le permette di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in meno di 6 secondi e di superare i 230 km/h.



Un altro elemento, che contribuisce a rendere la vettura ancora più entusiasmante, è la capote ripiegabile.. Aperta rientra completamente all'interno di un apposito vano, mettendo in risalto il profilo sportivo della vettura, caratterizzato da ridotti sbalzi anteriori e posteriori e da grandi ruote da 18 pollici.
La Opel GT è un ottimo esempio delle possibilità di collaborazione transcontinentali esistenti all'interno del gruppo General Motors. Il progetto di questa vettura si ispira al prototipo VX Lightning, sviluppato dal GM Advanced Design Studio di Birmingham (Gran Bretagna), nel Maggio del 2003 in occasione del centesimo anniversario del marchio Vauxhall. La nuova GT 2007 sarà prodotta a Wilmington, nello Stato del Delaware, negli USA, sulla stessa catena di montaggio dei modelli Pontiac Solstice e Saturn Sky.




Linea sportiva dal design molto accattivante
Basta dare un'occhiata alla nuova Opel GT per capire che sotto la sua carrozzeria c'è una vera automobile sportiva: linee tese e superfici fluide si combinano per darle un immagine davvero dinamica. Il frontale è dominato dalle curve pronunciate dei parafanghi e dalla grande banda cromata su cui spicca, lucente, il marchio Opel. Il lungo cofano motore, incernierato anteriormente, è caratterizzato dal tipico rialzo centrale che accompagna le Opel di oggi.
Altri segnali di sportività sono rappresentati dalle proporzioni di questa vettura (lunga 4.091 mm, larga 1.813 mm, alta 1.274 mm), dai ridotti sbalzi e dalle ruote da 18 pollici posizionate all'estremità della carrozzeria. Quando la vettura è aperta, la capote scompare completamente all'interno di un apposito scomparto, mettendo in risalto la forma da roadster della nuova Opel GT.
Il posto di guida, molto ergonomico, è caratterizzato da strumenti con cornici cromate (tachimetro, contagiri, indicatore livello carburante). Finiture in granulato tecnico, lisce di colore nero e cromate si combinano con il rivestimento in pelle (a richiesta) dei sedili per dare un senso di grande pregio e precisione esecutiva.




Motore turbo ad iniezione diretta di benzina
Il cuore della nuova Opel GT è il più potente motore ECOTEC prodotto in serie. Questo motore turbo benzina è frutto della collaborazione fra gli ingegneri americani ed europei di GM Powertrain e deriva dal motore ECOTEC di 2.200 cc ad iniezione diretta di benzina montato su alcune versioni di Opel Vectra e Signum non importate in Italia. Ha una cilindrata di 2 litri, sviluppa una potenza di 260 CV (191 kW) e ha una coppia massima di 35,7 kgm (350 Nm) a partire da appena 2.500 giri/minuto. L'iniezione diretta di benzina permette al motore ECOTEC di erogare maggiore potenza, contenendo al tempo stesso il consumo di benzina sui medesimi livelli di un motore di piccola cilindrata ad iniezione convenzionale. E' dotato di distribuzione a fasatura variabile, turbocompressore a doppia girante ed intercooler. Il suo turbocompressore, simile ad uno già adottato sul V6 di Vectra e Signum V6, migliora la risposta del motore che beneficia anche della fasatura variabile degli assi a camme. Il risultato è un'elevata coppia motrice anche ai bassi regimi di rotazione.
Lino Manocchia 01/06/2006 9.05