Multa a Sky per «pubblicità ingannevole»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1146

39 mila euro da pagare per gli spot di “Uefa Champions League”
Alla fine l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha condannata Sky per pubblicità ingannevole a seguito di una denuncia di Adiconsum. La televisione dovrà pagare una multa di 39mila euro: imessaggi incriminati sono quelli di “Sky Uefa Champions League” apparsi sui giornali e diffusi attraverso volantini nelle cassette della posta.

L'Antitrust ha sposato la tesi di Adiconsum che aveva indicato come ingannevoli tali messaggi, perché «indurrebbero i consumatori a credere che l'abbonamento Sky sia unico ed esclusivo».
«In questi messaggi, invece», ribatte l'Adiconsum, «non si fa accenno al fatto che il consumatore potrebbe utilizzare altre tecnologie o soluzioni commerciali (Fastweb, per esempio). L'ingannevolezza è amplificata dal fatto», continua l'associazione, «che la scelta dell'abbonamento Sky vincola il consumatore alla piattaforma satellitare, disincentivando quindi soluzioni tecnologiche e contrattuali diverse».
Attualmente, l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha aperto un nuovo procedimento nei confronti della tv satellitare su denuncia sempre di Adiconsum, per pubblicità ingannevole in merito ai messaggi promozionali dei “Mondiali di calcio 2006”. Si aspetta il verdetto.

19/04/2006 11.25