MOTORI. Champ car e Irl sempre più vicini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1765

NEW YORK. Gatta ci cova! Quando pubblicammo per primi la notizia di una probabile unione tra le due massime forze dell'automobilismo
Usa (Champ car e Irl), ponemmo un necessario interrogativo
considerando la grande barriera esistente da dieci anni: avverra'
la tanto attesa unione tra le due serie? Questa volta, sembra che le due parti siano vicine al fatidico sì.
Kevin
Kalkhoven ed il socio Jerry Forsythe stavano lavorando
in silenzio.
I due dirigenti pregarono la stampa di lasciarli in pace. Lo stesso fece Tony George il patron dello speedway di Indianapolis, che mise a tacere tutti dicendo: «a noi non interessa».
E la stampa…si tappo' la bocca.
Qualche giorno fa il quotato “Los Angeles Time” ha pubblicato una dichiarazione ”sorpresa” di Tony George, il quale, nel 1995, fu l'artefice della separazione delle due leghe.
Sentite: «E' opportuno dire», spiega George,«che ambedue le parti si uniscano una buona volta per creare una organizzazione capace di attrarre milioni di spettatori in tutto il mondo».
«Questo gatto da pelare», dice George, «ha molto pelo e non e' facile
pelarlo dalla notte al mattino. Ora pero'c'e' la buona volontà delle due parti e questo conta molto».
Ambedue le “fazioni” hanno messo in rilievo il fatto che le due serie hanno raggiunto le trattative ad un buon punto.
Kevin Kalkhoven, alla nostra domanda se tutto questa dichiarazione poggia su base solida, il re della Silicon Valley ha ammesso che ambedue i “capi” stanno sviluppando il piano il quale, ovviamente chiede «tempo e pazienza»
«Lo scopo non e' soltanto di abbinare le due serie, ma quello di
fare dello sport automobilistico una potente alternativa alla
ingorda Nascar la cui popolarità ha influito a scuotere la Irl
e la Champ car».
Mario Andretti, a proposito ha detto: «Speriamo che la barca arrivi in
porto, per il bene delle corse che guadagneranno cosi' numerosi
sponsors, tanto necessari alle due serie».
Stando al Los Angeles Time, l'annuncio dell'accordo potrebbe
aver luogo in occasione della 500 miglia di Indianapolis, visto e
considerato “l'infuocato e rapido” avvio delle trattative.
Tony George, interrogato dal giornale ha risposto:«Senza dubbio
l'unione avra' luogo. Absolutely, No question».
Teniamo a rilevare che da tempo, abbiamo votato a favore della
unione, sollecitando le due parti che, finalmente,pur tenendo
segretissima la cosa, appare molto piu' chiara di un anno fa.
Se un fulmine a ciel sereno non cadra' prima della fine di maggio,
l'evento fara' esplodere lo speedway di Indianapolis e milioni
di fans cui sta a cuore la formazione di una serie da far invidia
a molti.
Intanto andiamo a Long Beach, primo capitolo della Champ car
per il 2006 ed incrociamo le dita.

Lino Manocchia 28/03/2006 8.40