Delfino Pescara. Il neo Ds Daniele Delli Carri attento sul mercato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5387



PESCARA. Prosegue senza colpi di scena il mercato del Pescara tra voci di possibili arrivi e partenze. Di certo c'è soltanto la data del 25 giugno, termine ultimo per risolvere le comproprietà prima di arrivare alle buste. Il club biancazzurro al momento ha diverse pendenze in essere.
Le principali, già note da giorni, riguardano Mengoni, Coletti, Soddimo, Zizzari e Ciofani. Mentre per i primi 2 sembra scontata la conferma, per gli altri il discorso è diverso. Soddimo vorrebbe restare ma la Sampdoria vorrebbe riscattare il giocatore per utilizzarlo magari come pedina di scambio per altre operazioni minori. Zizzari, che dopo una straordinaria stagione a Ravenna non è riuscito a ripetersi a Pescara, potrebbe essere lasciato ai romagnoli data l'intenzione degli abruzzesi di acquistare nel mercato estivo un'altra punta di peso.
Al momento in attacco i nomi che circolano nell'ambiente biancazzurro sono quelli di Iunco e Bruno. Mentre per il primo la trattativa non è impossibile dati i buoni rapporti con il Chievo Verona, per Salvatore Bruno il discorso è più complicato. L'oramai ex bomber del Modena, 121 presenze con i canarini condite da ben 49 gol, è inseguito anche dai più importanti club cadetti, Reggina su tutti.
«Sono contento di avere avuto la fiducia della società» – racconta il Ds Delli Carri che sarà a Milano almeno fino a venerdì insieme a Lucchesi per risolvere innanzitutto le comproprietà – «per me è importante poter fare il lavoro che ho sempre desiderato una volta chiusa la carriera da calciatore. Spero di poter dare soddisfazioni a questa piazza da qui in futuro».
Sul mercato è chiara l'intenzione della società di ritoccare la rosa in tutti i reparti: «vedremo il da farsi nei prossimi giorni in sintonia con il Dg Lucchesi. Dobbiamo definire le priorità del club, che adesso riguardano le comproprietà. Sarò col Dg a Milano almeno fino a venerdì. Una volta risolte le compartecipazioni ed aperte le buste potremo gettare un occhio deciso sul mercato in entrata ed anche in uscita».
Da definire ovviamente anche la compartecipazione di Ciofani, a metà con la Cisco Roma.
In ogni caso sarà decisivo l'esito delle comproprietà per tracciare con maggiore precisione l'eventuale mercato del Pescara.
Infine, dopo la premiazione in comune di lunedì, la festa promozione continua per il Pescara con i Rangers che hanno organizzato per venerdì, sabato e domenica arrosticini e birra, dopo le 18 alla sede di via Pepe, con tutti i tifosi per celebrare il successo ai play-off.

L'HELLAS VERONA PROVA IL RIPESCAGGIO

Le difficoltà che sta attraversando il Modena, con i tifosi in rivolta nei confronti del presidente Amadei, potrebbero rendere necessario un ripescaggio in serie B qualora i canarini non formalizzassero entro breve l'iscrizione nel campionato cadetto. A sperare nel ripescaggio c'è anche l'Hellas Verona, battuto proprio dal Pescara nella finale play-off neanche 2 settimane fa.
Al momento la società scaligera starebbe valutando le modalità e gli eventuali emolumenti da pagare alla Lega per usufruire della possibilità: servono una fidejussione bancaria da un milione di euro circa ed un contributo straordinario alla Figc di un altro milione di euro.
In ogni caso nella griglia ripescaggio, ma non è una certezza data la confusione che regna nel pallone nostrano, la Triestina appena retrocessa in prima divisione è davanti all'Hellas Verona.
Rischiano seriamente la non iscrizione al prossimo campionato invece le altre 3 retrocesse in prima divisione: Salernitana, Gallipoli e Mantova.

Andrea Sacchini 23/06/2010 9.44