Delfino Pescara. Oggi il destino di Lucchesi e Di Francesco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3595



PESCARA. Nel pomeriggio di oggi è previsto un importante incontro tra la proprietà del delfino, il Dg Lucchesi e mister Eusebio Di Francesco. All'ordine del giorno il futuro di quest'ultimi due che, con compiti e ragioni diverse, dovrebbero restare in seno al Pescara.
Dei due la situazione più complicata è quella di Fabrizio Lucchesi, richiesto da club di categoria superiore, legato al sodalizio biancazzurro da un altro anno di contratto. L'attuale Dg avrà a disposizione qualche giorno per valutare i programmi della società e decidere se restare o meno per almeno un'altra stagione. Lucchesi in ogni caso non si occuperà del mercato come avvenuto nella scorsa estate, ma svolgerà il vero e proprio lavoro del Direttore Generale.
Per il mercato verrà data fiducia a Delli Carri, ex centrale biancazzurro, legato da un grande rapporto di amicizia e soprattutto stima con la proprietà del delfino e con il tecnico Di Francesco.
Quest'ultimo, sempre oggi, è stato convocato in sede per firmare il nuovo contratto che lo legherà al sodalizio adriatico. Prolungamento dello stesso ed ovviamente aumento dell'ingaggio per uno degli artefici della promozione in serie B, cercato tra l'altro da un paio di importanti squadre cadette.

IL MERCATO

L'incontro di oggi, l'ennesimo di questi giorni, sarà l'occasione ideale anche per ribadire i programmi societari: puntare nel giro di 3-4 anni alla serie A con investimenti mirati, lasciando da parte spese folli che appesantirebbero soltanto il bilancio.
Il futuro appare tranquillo ma il patron De Cecco ha comunque invitato altri imprenditori a rafforzare ulteriormente la base societaria del club: per tentare il doppio salto come fatto dal Cesena servono forze fresche che possano affiancare gli attuali imprenditori. Fermo restando che allo stato attuale delle cose possiamo garantire una serie B tranquilla con la possibilità di puntare nell'arco di 3 stagioni alla serie A.
Per quanto riguarda il mercato l'oramai nuovo Ds Daniele Delli Carri dovrà a breve risolvere tutte le comproprietà. Entro il 25 giugno, il rischio è quello di andare alle buste, bisognerà discutere col Ravenna della situazione di Zizzari, che ha deluso quest'anno e che potrebbe far ritorno in Emilia Romagna. Scontata la conferma di Mengoni e Coletti mentre incerto è il futuro di Soddimo che la Sampdoria ha intenzione di riscattare.
Il caso più spinoso riguarda Ciofani a metà con la Cisco Roma. I laziali, ovviamente soddisfatti degli ultimi 2 anni del centravanti capace di andare a segno ben 37 volte in 66 partite, vorrebbero tenere l'ex primavera del Pescara magari per girarlo in qualche sodalizio di B.
Dai vari prestiti nei campionati inferiori inoltre rientreranno diversi giocatori che non sembrano rientrare nei piani societari: Camorani, Matarazzo, Pomante, Vicentini, Mottola, Corsi, Del Pinto e Zarini. Il compito di Delli Carri sarà dunque anche quello di sfoltire la rosa.

SETTORE GIOVANILE E FESTA PROMOZIONE

La conquista della serie B rappresenta un passo avanti importante anche per il settore giovanile del Pescara che, dopo anni di assenza, tornerà a confrontarsi con i massimi livelli italiani. Oltre al campionato nazionale Allievi e Beretti, infatti, il club biancazzurro verrà inserito di diritto anche nel campionato Primavera dove non ha mai sfigurato nei tanti anni di militanza.
I prossimi giorni saranno importanti anche per definire i vari tecnici che siederanno sulle panchine delle giovanili pescaresi. Tonino Di Battista, attuale responsabile degli Allievi, potrebbe essere promosso ad allenatore della Primavera.
Lunedì a mezzogiorno infine, al Comune di Pescara, l'amministrazione comunale premierà staff, tecnici e giocatori biancazzurri protagonisti della promozione in serie B.

Andrea Sacchini 19/06/2010 12.48