Zanon a PrimaDaNoi.it: «Pescara superiore a Reggiana ma guai a sottovalutarli»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4049

PESCARA. Vanno avanti gli allenamenti in casa Pescara in preparazione del ritorno play-off di domenica all'Adriatico contro la Reggiana.


Il risultato d'andata, 0-0, anche se positivo non lascia del tutto tranquilli i biancazzurri che certamente affronteranno una squadra pronta a giocarsi la partita della vita. Sono tutti a disposizione del tecnico Di Francesco eccezion fatta Zizzari che in ogni caso non sembra in dubbio.
Oggi pomeriggio allenamento allo stadio Adriatico di Pescara.
Nel frattempo prosegue a ritmi sostenuti la prevendita dei biglietti per il match di domenica. Certamente l'Adriatico presenterà una cornice di pubblico degna dell'importanza della posta in palio.
L'unico rammarico è il fatto di non poter disporre della Curva Sud, che andrà ai sostenitori reggiani anche se si presenteranno in numero inferiore alle mille unità, per la regola del 10% minimo da riservare al pubblico ospite.
Ieri intanto, sempre per il discorso biglietti, la società biancazzurra ha diffuso un comunicato nel quale precisa di non essere responsabile dei vari disservizi accaduti nella vendita dei tagliandi.
La gestione degli stessi è infatti affidata esclusivamente al circuito Ticket One.
«Siamo un po' rammaricati per il risultato di domenica» – racconta Damiano Zanon a PrimaDaNoi.it focalizzando l'attenzione sul ritorno play-off – «perché con un gol avremmo con tutta probabilità ipotecato il passaggio alla finale. Pazienza vorrà dire che supereremo la Reggiana in casa. Dispiace perché nel corso del match abbiamo creato diverse palle gol. La più sfortunata il palo di Soddimo a tempo quasi scaduto. Se fosse entrato il pallone ora saremmo qui a preparare tutt'altra partita».
Il Pescara a Reggio Emilia ha dimostrato grande solidità pur palesando ancora limiti offensivi: «abbiamo fatto una buona prestazione. Sono soddisfatto ed era soddisfatto anche il mister anche perché la squadra ha dimostrato di attraversare un ottimo momento di forma. Siamo superiori alla Reggiana ma non abbiamo nessuna volontà di sottovalutare l'avversario».
«Gli emiliani» – prosegue il difensore biancazzurro – «all'andata mi avevano fatto una grande impressione, ricordo di aver avuto difficoltà nel marcare Viapiana, un ottimo giocatore per la categoria. Nel ritorno vinto da noi 3-0 si notava che in loro qualcosa non andava a livello fisico».
L'andata ha visto una Reggiana inspiegabilmente rinunciataria. Il ritorno però sarà del tutto diverso: «sarà tutt'altra partita domenica all'Adriatico. Loro per forza di cose dovranno attaccare e noi dovremo essere bravi nelle ripartenze. Sarà poi il mister a dirci se dovremo aspettarli o colpire per primi. In ogni caso ammetto che già all'andata mi aspettavo un'altra Reggiana».
«È sempre meglio rischiare qualcosa in casa nei play-off» – conclude Zanon – «anche perché negli spareggi i gol fuori casa non valgono doppio. Il fatto che si giocheranno tutto all'Adriatico mi sembra un atteggiamento un po' presuntuoso ma ci può stare. Per quanto ci riguarda noi siamo concentrati solo sulla Reggiana. Poi vedremo per la finale anche perché Verona o Rimini per noi cambia poco o nulla».

Andrea Sacchini 27/05/10 11.18