Masci premia Caldarelli, Di Fabio, De Ascentiis e Di Santo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2570






PESCARA. Il pilota di Formula 3, Andrea Caldarelli, i nuotatori Nicolangelo Di Fabio e Giulia De Ascentiis e lo sciatore di fondo, Biagio Di Santo, sono stati premiati, questa mattina, a Pescara, nella sede della Regione, dall'assessore allo Sport, Carlo Masci.
n riconoscimento arrivato per i brillanti risutati agonistici ottenuti negli ultimi tempi con quattro trofei.
«Continua con l'attribuzione di questi importanti riconoscimenti ad atleti di punta dello sport abruzzese - ha dichiarato l'assesore Masci - l'azione dell'assessorato di valorizzare le eccellenze che portano in giro per il mondo l'immagine vincente della nostra regione. Oltretutto, - ha proseguito - è anche un modo per le Istituzioni di dare visibilità a discipline sportive spesso sottovalutate ed ad atleti che compiono quotidianamente enormi sacrifici per portare avanti la loro attività. E' per me un grande onore oltre che un grande piacere - ha concluso Masci - premiare campioni o aspiranti tali che possono rappresentare un modello positivo per tanti giovani abruzzesi».
Andrea Caldarelli, 20enne figlio d'arte, pescarese di nascita e sambucetese di residenza, accompagnato da suo padre Vitaliano, è reduce dalla straordinaria vittoria di Misano Adriatico nella prima gara del campionato di Formula 3.
Non è un mistero che sogni un futuro in Formula 1 dove sono già approdati illustri corregionali come Tarquini, Trulli e Liuzzi.
Intanto, per fine stagione, spera di riuscire a salire per un paio di test sulla "rossa" di Maranello.
Nicolangelo Di Fabio, della San Francesco Nuoto Vasto, si è laureato, invece, campione italiano nei 100 stile libero per la categoria ragazzi '96 e promette di entrare, tra qualche stagione nel gotha della specialità a livello nazionale.
La sua compagna di club, Giulia De Ascentiis, assente alla premiazione per motivi personali, ha ricevuto il trofeo della Regione per la vittoria nei 50 rana ai campionati nazionali di Riccione nella categoria cadetti.
Infine, il campione del mondo master di sci di fondo, nei 30 chilometri a tecnica classica, Biagio Di Santo di Opi, dell'omonimo sci club, è reduce dal successo iridato di Farrur, in Svezia, nello scorso mese di febbraio.
Di Santo era accompagnato dal presidente degli Sci Club uniti dell'Alto Sangro, Francesco Di Donato, che poi, a sua volta, ha donato una targa allo stesso assessore Masci.

07/05/2010 16.01