Delfino Pescara. Olivi: «pronto al rientro con la Reggiana»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4891



PESCARA. Ieri classica partitella del giovedì con la Berretti per il Pescara in vista della partita di domenica all'Adriatico contro la Reggiana. Buone indicazioni per il tecnico Di Francesco che ha mischiato le carte un po' in tutti i reparti, provando nuove soluzioni e varianti tattiche. Scontata in ogni caso la conferma in toto della stessa formazione che ha ben figurato domenica scorsa a Verona. L'unica novità dovrebbe essere il rientro nell'undici titolare di Olivi, pienamente recuperato, in luogo di Sembroni: «ho ancora qualche giorno per recuperare completamente la condizione, ma posso dire di star bene ho giocato anche la partitella infrasettimanale. Poi ovviamente sarà il mister senza problemi ha optare o meno per il mio impiego».
In queste 2 settimane Olivi è stato costretto ad osservare i suoi compagni soltanto dalla tribuna per infortunio: «ho visto tutti molto bene e sono contento perché abbiamo dimostrato anche sul campo di essere un gruppo unito. Abbiamo trovato quel qualcosa in più che ci fa stare sereni. Chiunque giochi sa cosa deve fare in campo e per un allenatore e per la squadra credo sia la cosa più importante».
«Altro punto importante» – prosegue il capitano del Pescara – «è il fatto di aver trovato continuità di risultati e prestazioni. Ogni partita ha una storia a se, l'importante è lavorare con tanto impegno. Il gruppo è venuto fuori, siamo tutti bravi ragazzi ed il merito ovviamente è anche dell'allenatore».
È passata quasi una settimana ma i rimpianti della partita di Verona non sono ancora scemati del tutto: «purtroppo è andata così. Nostro malgrado abbiamo avuto un arbitro che forse si è fatto influenzare dal pubblico, ma sono cose che ci possono stare. Noi la partita l'abbiamo fatta, subendo un po' anche il Verona ma nel complesso abbiamo disputato un ottimo match».
«La corsa al primo posto è dura» – conclude Olivi – «noi dobbiamo continuare sulla nostra squadra. Non dobbiamo fare l'errore di pensare che il Verona sia in crisi. Dobbiamo pensare soltanto a noi stessi. Ora arriva la Reggiana e come molte altre credo che baderà più a difendere che ad attaccare. Loro hanno giocato mercoledì ma c'è tempo e modo di recuperare le energie. La Reggiana è forte in avanti, non danno punti di riferimento e per la difesa certamente sarà una sfida importante».
Infine la società, con l'intento di tendere nuovamente la mano ai tifosi, per il secondo match interno consecutivo ha deciso un sostanzioso ribasso dei biglietti. Curva e Distinti costeranno soltanto 6 euro.

Andrea Sacchini 16/04/2010 14.26