Delfino Pescara. Di Francesco: «in futuro con la stessa determinazione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7757



PESCARA. I biancazzurri riprenderanno questo pomeriggio gli allenamenti in vista del match di domenica all'Adriatico contro la Reggiana.
Il pareggio di Verona, che ha lasciato l'amaro in bocca per gioco, occasioni da gol create e la rete annullata a Zizzari, ha comunque confermato la forza e la solidità di una squadra che nell'ultimo mese ha acquisito brillantezza e piena convinzione nei propri mezzi.
Il punto di Verona in ogni caso, malgrado il successo del Portogruaro a Taranto, non ha in alcun modo indebolito le ambizioni da primo posto degli abruzzesi, distanti soltanto due lunghezze dalla coppia di testa.
Nelle prossime partite il Pescara, fermo restando la speranza di conquistare tutti i punti a disposizione nelle ultime 4 partite, potrebbe avere come possibile alleato il calendario, decisamente più ostico sia per il Verona sia per il Portogruaro, che proprio nell'ultima giornata dovranno affrontarsi al Bentegodi.
All'orizzonte però c'è la sfida con una Reggiana ancora pienamente in corsa per agguantare quantomeno la terza piazza in classifica: «sarà una gara difficile» – racconta il tecnico biancazzurro Eusebio Di Francesco – «ma stiamo attraversando un ottimo momento di forma e di risultati».
«Sono soddisfatto della prova dei ragazzi a Verona» – prosegue Di Francesco – «è un punto importante non solo per la classifica ma soprattutto per il morale. Abbiamo creato tanto e per questo mi sarei aspettato di riportare a casa una vittoria importante. Non abbiamo sfruttato bene le occasioni che ci sono capitate e resta ancora tanto il rammarico per il gol annullato a Zizzari».
Il Pescara ha dato grande prova di solidità: «la squadra ha espresso un grande gioco soprattutto nel primo tempo, applicando alla grande tutto ciò che avevamo visto in settimana. Nella zona centrale abbiamo sofferto un po' la loro aggressività. Dopo alcune difficoltà nel secondo tempo siamo tornati alla grande nella parte finale del match».
«In ogni caso è uno 0-0 positivo sotto tutti i punti di vista» – conclude Di Francesco – «ora pensiamo alla Reggiana. Se continuiamo a giocare con questa aggressività e questa intensità arriveremo certamente lontani».

MASSIMO GANCI: «AVANTI CON LA STESSA DETERMINAZIONE»

«La vittoria del Portogruaro a Taranto ha un po' cambiato la classifica» – parla Ganci – «ma se continuiamo a giocare in questo modo, con tanta determinazione e con la palla a terra non temiamo nessuno. Ora siamo terzi a soli due punti dalle prime. Mancano quattro giornate e può succedere di tutto».
«Abbiamo giocato meglio del Verona» – conclude Ganci – avendo in mano il pallino del gioco quasi dall'inizio alla fine. Peccato non aver sfruttato le occasioni da gol create anche perché a conti fatti avremmo meritato certamente miglior sorte».

Andrea Sacchini 13/04/2010 8.04