Long Beach . Parte il campionato Champ car

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1735

Long Beach . Parte il campionato Champ car
 
La “Montecarlo del West” che si adagia sulle sponde dell'Oceano Pacifico, costantemente ammirata dalla Queen Mary, ha dato il via ai preparativi della 32 edizione del Gran Prix di Long Beach.
Non vi sono dubbi che la gara californiana, che fu sede anche di G.P. di Formula 1, sarà superiore senz'altro alle passate e questo grazie al lavoro di ricostruzione e di ampliamento della serie da parte di Jerry Forsythe e Kevin Kalkhoven, ai quali sta a cuore il futuro della categoria lanciata sempre più verso orizzonti internazionali.
L'acquisto dei diritti, pluriennali, della prestigiosa corsa cittadina da parte dei due dirigenti la serie, e' senza dubbio garanzia di spettacolo,
agonismo, successo e introito calcolato, per la città, di oltre 42 milioni
di dollari .
Lo spettacolo verrà offerto dal folclore, dalla musica di bande famose,
elezioni di belle ragazze, e dalla Toyota “gara delle celebrità”, che
vedrà uno stuolo di attori ed attrici al volante ,nella manifestazione che
precede il Gran Prix.
La battaglia,certamente, non mancherà
conoscendo i protagonisti, che guidati dal campione in carica Sebastian Bourdais (foto)e dall'ex king Paul Tracy, che con gli altri concorrenti, si contenderanno il successo per la prestigiosa Coppa Vanderbilt, simbolo della serie monoposto Champ car passata, appunto,dalle mani di Tracy a quelle di Bourdais piu' pimpante e deciso che mai a difendere il prestigio del team Newman/Haas, cui appartiene.

 I lavori di preparazione sono iniziati (foto)e apparentemente sembra tutto facile, comunque oltre 45 operai lavoreranno circa 30 mila ore
per installare block di cemento, per la lunghezza di 2 miglia (3250m)
intorno alla pista con 11 curve e 3 miglia di reti e collocheranno
16mila gomme legate l'un l'altra. Inoltre installeranno nove grandi
tribune, 7 ponti di collegamento nonché 9 giganteschi
teleschermi, affinché gli spettatori trovino tutto il necessario per
gustare le tre giornate di gara.
Tre giornate di gara, insomma, che centinaia di addetti ai vari settori,
guidati dal presidente del G.P. Jim Michaelian, renderanno la
corsa una vera “festa dell'anno.”
E va detto che i 175 mila spettatori (foto) dello scorso anno che gli
organizzatori
prevedono più numerosi, avranno modo di salutare
i nuovi piloti ed i…veterani, che avranno al fianco la rookie Katherine
Legge, promossa dalla serie Atlantic, dove lo scorso anno emerse
vincitrice alla prima gara di campionato, proprio qui a Long Beach,
meritando così un posto nella categoria superiore nel team PKV
Ritornera' alla guida anche il pilota di Belo Orizonte (Brasile) Bruno
Junqueira, dopo il pauroso incidente capitatogli nel corso della
500 miglia di Indianapolis, per colpa di drivers dilettanti che
militano nell'altra serie Irl. Bruno nelle prove di Sebring ha mostrato di essere in perfetta forma e di essere pronto a dare battaglia anche al compagno di squadra (Newman/Haas) Sebastian Bourdais.
E poi vedremo Mario Dominguez, del team Indek/ Forsythe,compagno di Paul Tracy, che quest'anno ha voluto provare la differenza di guida nella serie Nascar e a Daytona nella 24 ore.
Senza dubbio tutti dovranno guardarsi dagli attacchi del tea Rusport del patron Carl Russo presente con i suoi piloti Justin Wilson che avrà al fianco il grintoso e promettente atleta A.J. Almendinger, per confermare sempre piu' che le intenzioni della Rusport sono serie e ben determinate.
E poi l'italo canadese Alex Tagliani e Rian Briscoe del team australiano di Dereck Walker, lo spagnolo Oriol Servia, Nelson Philippe, Rodolfo Lavin, Andrew Ranger e tutti gli altri che arricchiranno lo spettacolo con le loro azioni d'attacco e sorpassi.
Prima del gran gala' pero', tutte le squadre si troveranno,nel corso di un tour, nella città di Portland,estrema frontiera degli Usa per
effettuare gli ultimi test di rito e fare…”un po' di chiasso” in anticipazione della gara del 18 giugno, giorno della manifestazione
in calendario per la città dell'Oregon.
Lino Manocchia - NNSphoto.com 10/03/2006 9.10