A maggio Teramo ospita i campionati italiani di bocce

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5432



TERAMO. È partita la macchina organizzativa per i prossimi campionati italiani senior maschili di Bocce che si svolgeranno a Teramo il 22 e il 23 maggio prossimi. Si tratta di una delle più importanti manifestazioni a livello nazionale della Federazione Italiana Bocce che porterà a Teramo oltre 2 mila persone, tra atleti, società e staff tecnico. Impegnati tutti i bocciodromi della provincia.
Dagli impianti “Villa Mosca” e “Teramano” a quelli della costa come “Rosetano” e “Alba Adriatica”.
«Per il comitato si tratta di uno sforzo organizzativo importante – ha dichiarato il presidente del comitato provinciale della Federazione Italiana Bocce, Tonino Ciccone – le risorse economiche sono poche e le esigenze da soddisfare sono tante, dalla promozione dell'evento alla preparazione dei campi. Ci auguriamo che le istituzioni sappiano rispondere alle nostre esigenze. Intanto ringrazio l'assessore allo sport del comune di Teramo, Guido Campana, per la grande attenzione dimostrata per garantire un evento che ha anche il fine di promuovere la regione dal punto di vista turistico».
La manifestazione sportiva è affiancata infatti da una serie di eventi culturali, gastronomici e di svago.
Sabato 22 maggio è prevista una visita guidata alla Fortezza di Civitella del Tronto e nel pomeriggio una visita alla città di Teramo. Un modo per far conoscere le bellezze storiche e architettoniche del territorio teramano ai tanti sportivi provenienti da tutta Italia.
I campionati si svolgeranno il 22 e il 23 maggio, ma i bocciodromi saranno interessati dagli allenamenti anche nei giorni precedenti l'appuntamento.
«Tra gli atleti che parteciperanno alla manifestazione – ha aggiunto Ciccone - ci saranno giocatori appartenenti alla massima categoria che, oltre a dare lustro ai campionati , richiameranno l'attenzione di migliaia di appassionati da ogni parte d'Italia. È facile intuire che in tutta la provincia di Teramo ci saranno oltre 10 mila spettatori, dei quali almeno 2 mila provenienti da fuori regione».

09/03/2010 8.52