Basket. Teramo-Chieti 66-60

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2179


TERAMO. Seconda vittoria casalinga consecutiva per il Penta Basket Teramo che batte il Chieti Basket per 66-60 (20-11, 34-24, 47-43) e ribalta anche il -3 subito nella gara di andata.
Con i chietini, privi dell'infortunato Zappacosta, venuti al PalaSannicolò per provare a riagganciare l'ultimo treno utile per la post-season ed i teramani, decisi a conservare un posto tra le migliori otto del campionato, quella che ne è venuta fuori è stata una gara tanto bella e spettacolare nei primi due quarti, quanto intensa ed agonisticamente dura negli ultimi due, e decisa solo nei 120 secondi finali.
Il Penta, che recuperava l'infortunato Moretti, a differenza delle ultime uscite partiva subito forte, martellando dall'arco dei 6,25 con lo stesso Moretti e Ciardelli (18 punti alla fine) e non concedendo niente in difesa specie nel controllo dei rimbalzi. Dopo soli 3' si era già sul +8 (8-0), ma il vantaggio aumentava minuto dopo minuto, con gli ospiti che riuscivano a mettere il primo canestro dal campo solo al 6' sul 16-2. I biancoverdi toccavano il massimo vantaggio sul 20-2, prima che negli ultimi 3', complice l'ingresso di Branciaroli, i teatini con un parziale di 0-9 si riavvicinassero sul 20-11.
Nel secondo parziale però si assisteva ad un generale abbassamento delle percentuali con il Penta che aveva un po' troppe difficoltà nel gioco sottocanestro. Il Chieti però nonostante buone cose di Fioriti ed Assogna, non riusciva ad avvicinarsi più di tanto, anzi arrivava al riposo lungo con un punto in più sul groppone dopo il -9 dei primi 10 ‘, chiudendo sul 34-24.
Al ritorno in campo, i ragazzi di coach Bonvecchio, decisi a dare il tutto per tutto, alzavano l'intensità in campo ed il Penta Basket accusava il colpo non trovando più le percentuali da 3 punti del primo periodo e concedendo troppi secondi tiri che portavano a canestri facili da sotto. Al 25' si era sul 40-33 ma il vantaggio si erodeva minuto dopo minuto: 47-43 al 30', 53-51 al 35'. La lenta opera di rimonta operata dagli ospiti trovava compimento a poco più di 2' dalla fine con il canestro del 57-57 ma fortunatamente per Ciardelli & Co., la spinta si esauriva lì. Assorbito il colpo, erano lo stesso Ciardelli, con un canestro dalla media, e Di Carlo, con un gioco da tre punti, i protagonisti del parziale conclusivo di 9-3 che chiudeva definitivamente la gara sul punteggio di 66-60.
Un soddisfatto, Giosuè Passacquale, allenatore del Penta Basket, a fine gara ha dichiarato: «E' stata una partita molto dura specie dal punto di vista nervoso. Dopo essere partiti molto bene nel primo quarto ci siamo fatti pian piano rimontare e, ritrovarsi in parità a 2 minuti dalla fine, dopo essere stati avanti anche di 18, avrebbe potuto fiaccare qualsiasi squadra. Invece noi siamo stati bravi a ricompattarci nelle ultimissime azioni, sbagliano praticamente niente. Un applauso a tutti i ragazzi. Adesso ci attende la dura trasferta di Campobasso che apre un ciclo di 3 partite fuori casa nelle ultime 5 gare di campionato, dove non possiamo permetterci di commettere passi falsi».
Con la trasferta in terra molisana si apre l'ultimo terzo del girone di ritorno, contro una squadra: l'Olimpia, già battuta all'andata, e che vorrà a tutti i costi tenere vivo il discorso play-off.


Penta Basket Teramo – Chieti Basket 66-60 (20-11, 34-24, 47-43)

PENTA BASKET TERAMO: Di Curzio 4, Bartolini 8, Moretti 10, Nardi 4, Moretto ne, Mignogna 8, Ciardelli 18, Di Anastasio, Squillace, Di Carlo 14.
CHIETI BASKET: Spadaccini 9, Di Falco 3, Sprecacenere 2, Maroscia 2, Fioriti 15, Corradetti 8, Zappacosta ne, Pica ne, Branciaroli 8, Assogna 9, Picchierri ne, Pinti 2



08/03/2010 10.29