Basket. Teramo-Penne 81-79

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2875



TERAMO. Il Penta Basket Teramo ritorna alla vittoria e lo fa battendo per 81-79 (19-20, 31-43, 57-64) il Basket Penne al termine di una partita emozionante nella quale gli ospiti sono stati in vantaggio per 38'30” su 40 e decisa solo all'ultimo tiro da un'iniziativa personale di Giovanni Di Carlo, mvp della gara.
Partiamo dalla fine.
Il Penta Basket Teramo, privo di Moretti out per due settimane, dopo una lunga rincorsa riusciva ad impattare la gara sul 73-73 a 2'06” dalla fine e dopo 30” per la prima volta nella gara passava in vantaggio con due tiri liberi di Di Carlo (21 punti e ben 7 falli subiti). Il Penne pareggiava sia sul 75-75 che sul 76-76 ad 1' dalla sirena conclusiva.
I padroni di casa con un 1/2 dalla lunetta e poi con un canestro di Nardi a 20” dalla fine si portavano sul +3 (79-76) e la partita sembrava chiusa.
Il Penne però non ci stava e, complice una dormita difensiva dei biancoverdi, trovava ad 8” dalla conclusione il pareggio grazie ad una tripla di Mancini. Pronto time-out di coach Passacquale e rimessa da centrocampo. In 6” Di Carlo, ricevuta la palla, si inventata letteralmente una penetrazione nel traffico che metteva la parola fine ad una gara vietata, almeno negli ultimi 5' ai deboli di cuore.
Nei tre quarti precedenti però si è visto il “solito” Penta Basket dell'ultimo mese: disattento del primo quarto e poi a rincorrere nei successivi. Il Penne, infatti, grazie ai due lunghi Sargeant e Sciessere, ha messo fin da subito in difficoltà i biancoverdi (9-12 al 4') che sono rimasti attaccati agli ospiti grazie alla buona percentuale da tre punti. Nel secondo quarto, complice un passaggio a “zona” la difesa mostrava qualche problema lasciando un paio di facili transizioni agli ospiti che dopo aver controllato fino al 15' (25-26) allungavano fino al 31-43 che chiudeva i primi 2 quarti.
Nel terzo quarto si vedeva in campo un Penta Basket diverso: più attento e concentrato, specie in fase difensiva, dove riusciva a recuperare parecchi palloni e conseguentemente a mettere fuori ritmo il “colored” Sargeant, verso spauracchio dei primi 20'. Grazie a Ciardelli e Bartolini il passivo minuto dopo minuto diminuiva passando dal -15 (44-59 al 26') fino al -2 (68-79 al 35') poi il resto è storia recente.
Soddisfatto, Giosuè Passacquale, allenatore del Penta Basket, a fine gara ha commentato: «E' stata una vittoria a dir poco sofferta ma alla fine quello che conta è vincere. Abbiamo giocato un brutto primo tempo poi una volta alzata l'intensità difensiva anche il nostro gioco è migliorato e con esso abbiamo trovato più fluidità in fase offensiva, cosa che ci è mancata nei primi 20'».

01/03/2010 10.37