Abruzzese pronto per il giro del mondo in barca a vela

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3582

PESCARA. Il conto alla rovescia è terminato. Manca un solo giorno alla partenza. Carlo D'Attanasio, imprenditore abruzzese quarantenne, è pronto a partire. Domenica lascerà il porto di Pescara per inseguire il suo grande sogno: compiere il giro del mondo in barca a vela in solitario. Un anno e mezzo circa, la durata prevista del lungo viaggio.
Un uomo, una barca di circa 10 mt, una cambusa rifornita di pasta, riso, vitamine, proteine e Nutella e soprattutto tanto coraggio, sono gli ingredienti di questa grande avventura.
«Vivere in barca e compiere il giro del mondo è un sogno che si realizza», dichiara l'imprenditore D'Attanasio, che è tra i primi in Abruzzo a compiere questa ardua impresa, «questa avventura richiede una buona preparazione tecnica, allenamento fisico, una grande passione per il mare e per la navigazione. Solo così sarà possibile affrontare la scomodità, la fatica e i rischi della vita in mare».
Il viaggio di D'Attanasio sarà sostenuto dal contributo di sponsor, amici e parenti che avranno la possibilità di raggiungerlo in barca durante una delle sue soste.
«Sono sicuro di non essere solo in questo viaggio», continua il velista, «tante persone in questi giorni mi sostengono e hanno fiducia in me. Ho raccolto anche tante promesse di sponsor e ora aspetto che maturino. Ma un ringraziamento speciale va al più piccolo dei miei finanziatori, un bambino di soli 10 anni, Alessandro Colantoni che ogni mese rinuncerà a parte della sua paghetta per dare il suo contributo».

27/02/2010 12.44