Delfino Pescara. Di Francesco: «ad Avezzano con la stessa mentalità di domenica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5808



PESCARA. Il Pescara ha ripreso gli allenamenti ieri pomeriggio allo stadio comunale di Città Sant'Angelo in vista della trasferta di domenica sul campo della Valle del Giovenco. Tutti a disposizione dell'allenatore eccezion fatta Gessa, che è stato operato con successo alla spalla all'ospedale di Chieti dall'equipe medica del professor Salini. Presenti anche Coletti, Romito e Ganci, che hanno saltato la partitella finale e Bonanni, le cui condizioni sono in continuo miglioramento.
Nel frattempo poche novità si registrano sul fronte mercato. La sensazione, confermata dai fatti, è quella che le prime operazioni in entrata saranno ufficializzate l'inizio della prossima settimana. Il contratto di D'Antoni, praticamente da considerarsi già biancazzurro, sarà ratificato nei prossimi giorni.
Trattativa congelata invece per quanto riguarda Bondi, per il quale si attenderanno verosimilmente le ultime ore di mercato. Bloccate per il momento anche le partenze di Zizzari e Romito, mentre è quasi definitivamente sfumato Pesoli vicinissimo al Frosinone.
Ad un passo dall'accordo invece Soddimo, che sarebbe il primo sostituto dell'infortunato Gessa: «abbiamo bisogno di rinforzi» – racconta il tecnico del Pescara, Eusebio Di Francesco, a PrimaDaNoi.it – «soprattutto sugli esterni ora che si è fatto male Gessa. Se dovessero arrivare nuovi giocatori già in settimana, se in forma, potrei anche schierarli dal primo minuto contro la Valle del Giovenco».
Proprio ad Avezzano, a meno di sorprese dell'ultim'ora, Di Francesco dovrebbe confermare a grandi linee lo stesso modulo e soprattutto lo stesso undici di tre giorni fa: «valuteremo in settimana. Difficilmente vedremo Bonanni perché non è ancora in condizione ed io metto in campo chi vedo meglio in allenamento. Non giocheremo per lo 0-0 e andremo sapendo di incontrare una squadra che domenica ha fatto bene su di un campo molto difficile. La Valle del Giovenco ha qualità importanti però noi andremo a fare la nostra partita con la stessa mentalità della partita con il Lanciano».
«sarà importante mantenere alta l'intensità per tutti i novanta minuti» – prosegue il tecnico pescarese – «con grande predisposizione al sacrificio. Con il Lanciano ho schierato una formazione audace anche per dare una impostazione tattica aggressiva. Ho trovato grande predisposizione da parte dei giocatori e diverse giocate interessanti soprattutto quando abbiamo trovato l'uomo tra le linee ed attaccato sugli esterni».
«Ho visto una buona parte di primo tempo» – conclude Di Francesco – «nel quale ci è mancata un po' di fortuna e precisione. Sono comunque soddisfatto della prova offerta con il Lanciano, peccato per la rete regolare annullata a Zizzari nel finale».

Andrea Sacchini 20/01/2010 9.25