Prezioso 0-0 del Pescara a Rimini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4659



RIMINI. Il Pescara pareggia 0-0 a Rimini e riporta in Abruzzo un punto d'oro per il morale e per la classifica al cospetto di una diretta concorrente per la promozione.
Prestazione tutto sommato positiva dei biancazzurri per grinta, volontà e carattere contro un Rimini attento in fase difensiva che ha comunque concesso almeno un paio di occasioni favorevolissime agli uomini di Cuccureddu.
Approccio al match buono degli adriatici che sin da subito hanno pressato alto gli avversari concedendo poco o nulla alle ripartenze del Rimini.
Anche se è mancato ancora qualcosa dal centrocampo in su questa in terra romagnola è stata la migliore prova del Pescara degli ultimi due mesi. Un deciso passo avanti anche per quanto riguarda la tenuta difensiva con il pacchetto arretrato che ha sofferto gli avanti riminesi soltanto nella parte finale del match.
La partita, che si è giocata su di un campo pesantissimo reso ghiacciato dalla neve, ha visto un Pescara in palla capace, finalmente, di trasformare il suo grande possesso palla in azioni da gol pericolose. Anche a Rimini, ormai è una costante quest'anno, la fortuna non ha aiutato la formazione di Cuccureddu che probabilmente ai punti avrebbe meritato miglior sorte.
La squadra, pur mostrando alcune lacune nella distribuzione delle forze nell'intero arco dei novanta minuti, ha dimostrato di essere viva ed ha fornito una prova tutto sommato convincente.
Primo tempo avaro di particolari azioni da gol con entrambe le squadre molto più attente alla fase difensiva. Con il passare dei minuti il Pescara ha preso in mano il pallino del gioco creando al 40esimo l'occasione più nitida per portarsi in vantaggio. Traversone dalla destra di Zanon per la testa di Artistico che in elevazione ha superato il diretto avversario cogliendo però una traversa clamorosa e soprattutto sfortunata.
Nella ripresa match più aperto e diverse azioni da gol per entrambe le squadre. Al quarto d'ora ci prova senza fortuna Gessa con l'estremo difensore biancorosso attento.
Al ventesimo la più ghiotta occasione creata dai biancazzurri con Artistico, che approfittando di un errore di un difensore da posizione decentrata a tu per tu con Tornaghi non ha inquadrato lo specchio della porta.
Ultimo quarto d'ora di sofferenza per il Pescara con il Rimini capace di creare due pericolosissimi grattacapi dalle parti di Pinna. Al 35esimo Nolè dai 25 metri chiama Pinna alla parata in angolo. Pochi minuti prima del triplice fischio è Petterini sulla linea di porta a salvare il risultato su conclusione beffarda di Docente.
Con questo punto, positivo malgrado i successi di Ternana e soprattutto Verona, il Pescara ha raggiunto la terza posizione a meno 3 dalla vetta.
Il campionato, dopo la sosta natalizia, riprenderà il 10 gennaio prossimo con il match Pescara-Cavese.

TABELLINO

RIMINI: Tornaghi, Catacchini, Rinaldi, Lebran, Regonesi, Nolè (46'st Christensen), Cardinale, D'Antoni, Tulli, Di Piazza (17'st Longobardi), Matteini (11'st Docente). A disposizione: Migan, Baccin, Marchi, Giacomini. Allenatore: Melotti.
PESCARA (4-2-3-1): Pinna; Zanon, Petterini, Olivi, Mengoni; Zappacosta, Coletti; Gessa (29'st Ganci), Dettori, Carboni (19'st Sansovini); Artistico. A disposizione: Prisco, Romito, Sembroni, Vitale, Berardocco. Allenatore: Cuccureddu.
ARBITRO: Liotta della sezione di Lucca.

Andrea Sacchini 21/12/2009 9.01

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK