Calcio a 5. L’Atletico Teramo trova la quarta vittoria in 5 gare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5781



TERAMO. L'Atletico Teramo trova ad Ascoli Piceno la quarta vittoria stagionale e porta a 6 la striscia di risultati utili consecutivi (4 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 6 gare).
I biancorossi si sono imposti al PalaGalosi con un netto 1-5 derivato da un primo tempo più equilibrato e da una seconda frazione di gioco tutta di marca teramana.
La sfida si apriva dopo 1',30” con una traversa colta da Ottato.
I biancorossi rispondevano al 3',20” trovando il vantaggio: fallo di mano in area di Ottato e massima punizione trasformata da Dedè.
Dopo soli 52” (4',12”) i teramani trovavano il raddoppio: Repetto apriva per Calista che portava a due le reti biancorosse.
Al 7',35” ancora Ottato colpiva la trasversale.
Al 7',51” i locali accorciavano le distanze: tiro di Anzolin e palla in rete.
Al 14',30” si rendeva pericoloso ancora l'Atletico: Junior apriva per Dedè, conclusione al volo di quest'ultimo, palla di poco fuori.
Al 15'42” era Filò che manteneva avanti i biancorossi uscendo fuori area e respingendo di petto in anticipo un'insidiosa azione per i locali.
Nella ripresa la gara cambiava, con i biancorossi che divenivano assoluti protagonisti.
Dopo solo 25” Vinicius tagliava dalla sinistra per Repetto che sotto porta infilava per la terza volta Traini.
Ancora una volta passavano solo 51” (1',16”) e l'Atletico scendeva il poker: Repetto dalla destra metteva al centro per Rodrigues che in scivolata realizzava la rete dell' 1-4.
Gara virtualmente chiusa che però l'Atletico continuava a giocare in attacco.
5',09”: Calista apriva per Dedè, conclusione con parata di Traini.
7',13”: Dedè per Calista, pallonetto di quest'ultimo, palla di poco fuori.
9',07”: rilancio di Filò, Dedè, tutto solo, di contro balzo tirava fuori.
12'.55”: Rodrigues toccava per Repetto, palo pieno di quest'ultimo.
Al 14',30” si rivedeva il Miracolo Piceno: Anzolin apriva per Felipe, chiudeva su di lui Filò.
16':38”: Vinicius scartava anche Traini, pallonetto, palla di poco fuori.
Vinicius si riscattava solo 52” dopo (17',30”) con una conclusione dalla sinistra che trafiggeva per la quinta volta Traini.

Questo il tabellino completo della gara.
Miracolo Piceno: Traini, Sestili, De Angelis, Scattolini, Diogo, Paolini, Felipe, Simonelli, Russo, Ottato, Anzolin, Barullo. Allenatore: Stefano Di Cesare.
Atletico Teramo: Filò, Calista, Rodrigues, Petrella, Dedè, Gatta, Repetto, Junior, Baraldi, Vinicius, Di Giacomo, Rapagnani. Allenatore: Mario Patriarca.
Arbitri: Ruggero Chiarello e Francesco Nitti di Barletta.
Reti: nel primo tempo 3',20” Dedè (Atl) su rigore, 4'12” Calista (Atl), 7',51” Anzolin (Mir). Nel secondo tempo 25” Repetto (Atl), 1',16” Rodrigues (Atl), 17',30” Vinicius (Atl).

Note: spettatori un centinaio. La gara ha avuto inizio con 15' di ritardo perché il PalaGalosi era occupato da una precedente manifestazione sportiva. Ammoniti: nel primo tempo 15',42” Scattolini (Mir), 15',59” Ottato (Mir), 19',28” Barullo (Mir). Nel secondo tempo 9',30” Calista (Atl), 13',46” Rodrigues (Atl). Tiri liberi: nessuno. Falli di squadra: primo tempo Miracolo Piceno 4, Atletico Teramo 3. Secondo tempo Miracolo Piceno 4, Atletico Teramo 5.

In classifica l'Atletico Teramo resta in quinta posizione (14 punti) ad un sol punto dalla quarta (Pesaro Five) che sabato prossimo, con inizio alle ore 15.00, renderà visita all' Atletico Teramo al PalAcquaviva, in attesa del giudice sportivo che si pronuncerà mercoledì 9 Dicembre in merito al ricorso presentato dalla società teramana contro il Terni e che potrebbe assegnare ulteriori 2 punti in classifica ai biancorossi.

Per quanto riguarda il calcio-mercato, che si riaprirà ufficialmente con una finestra invernale da martedì 1 Dicembre fino a giovedì 17 Dicembre, la società ha già definito con il giocatore la cessione del brasiliano (Under 21) Luca Baraldi alla capolista del girone F del campionato di serie B, Ferramati Fasano.
L'operazione verrà ratificata dalle due società martedì 1 Dicembre alla riapertura delle liste di trasferimento.
Per Baraldi si tratta di un ritorno in Puglia, considerando che in estate era stato prelevato in prestito proprio dal Fasano.


30/11/2009 8.56