Basket. Amatori Pescara frenata da Francavilla Fontana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1935


FRANCAVILLA FONTANA. Dopo la sconfitta casalinga ad opera della Mens Sana Campobasso, l'Amatori Pescara è tornata a misurarsi, in trasferta, contro una delle migliori squadre del girone: la Soavegel Francavilla, purtroppo perdendo per 89 a 72.
Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio i pescaresi hanno subito un break ad inizio del terzo quarto accumulando un gap che non sono più riusciti a recuperare.
Tanti gli episodi negativi per l'Amatori, dai problemi di falli a qualche fischio troppo casalingo, passando per i tanti errori commessi dagli ospiti che hanno generato palle perse (26 a fine gara) e punti facili per gli avversari.
Una giornata certamente negativa che però va archiviata in fretta perché il campionato è ancora lungo e all'orizzonte ci sono gare importanti, a cominciare da domenica prossima quando al PalaElettra arriverà il Basket Ceglie.
I biancorossi allenati da coach Nardecchia si sono presentati senza Leonzio a casa con la febbre, mentre i padroni di casa non hanno potuto impiegare il lungo Stura, in panchina per onor di firma. L'inizio è stato all'insegna del botta e risposta con le due squadre separate da pochi punti a metà del primo quarto (15-11), un divario che è rimasto stabile sino al termine della frazione chiusa sul 21 a 18 per la Soavegel.
Pescara per tutto il secondo quarto ha dovuto fare a meno del suo regista titolare, Farnetani, gravato di tre falli e uscito durante il primo quarto, ma non ha mollato la presa sulla gara, andando a riposo sul -5 (37-32).
La partita è invece svoltata ad inizio della ripresa allorquando Francavilla Fontana ha capitalizzato al massimo gli errori biancorossi e le palle perse, e dal 40-35 del 22' l'Amatori si è ritrovata sul 57-39 in poco più di 5'.
Una improvvisa montagna di fronte alla quale però Pescara non si è tirata indietro, cominciando la scalata dal -15 (61-46) con cui si è concluso il terzo parziale. La risalita degli abruzzesi tuttavia non è arrivata sino alla vetta ma si è fermata sul -9 (78-69) a poco più di un minuto dalla sirena del quarto quarto.
Nonostante lo sforzo sia risultato evidentemente vano i pescaresi hanno comunque confermato di avere carattere, un'attitudine che certamente tornerà utile nel proseguo del campionato.

10/11/2009 8.54