Iozzia a PrimaDaNoi.it: «Celano per me è un'avventura importante»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3917



CELANO. Clima sereno in casa Celano alla ripresa degli allenamenti. La squadra è reduce dal pareggio ottenuto sul campo della Giacomense. Un punto che da un lato ha soddisfatto l'ambiente marsicano, dall'altro però ha lasciato un po' l'amaro in bocca in quanto, dopo un brutto primo tempo, il Celano nella ripresa poteva benissimo far propria l'intera posta in palio.
Nonostante tutto la compagine celanese è ora in zona play-off con l'obiettivo di rimanerci. Target non impossibile considerato il tasso tecnico non certamente eccelso di gran parte delle compagini del raggruppamento.
«Con la Giacomense è andata così, non male ma potevamo fare molto meglio» – racconta a PrimaDaNoi.it Andrea Iozzia – «è comunque un punto guadagnato perché non dimentichiamoci che eravamo sotto alla fine del primo tempo. Visto il valore dell'altra squadra però noi potevamo fare meglio. La Giacomense veniva da un periodo non positivo ed i 3 punti erano alla nostra portata».
Dopo un primo tempo difficile, nel quale il Celano non ha praticamente mai concluso verso la porta, la ripresa è stata tutt'altra storia: «da parte nostra c'è stata una grande reazione d'orgoglio. È dura prendere gol nell'unico vero tiro dell'avversario. Nella ripresa volevamo assolutamente riagguantare il risultato. Ci abbiamo provato dopo l'espulsione del loro giocatore, ma forse sono mancate idee più chiare dopo l'1-1. Con meno frenesia avremmo forse portato a casa qualcosa in più del pareggio».
«Dobbiamo migliorare il livello di attenzione e di concentrazione» – prosegue il difensore celanese – «che devono essere alti per tutti i 90 minuti. Dobbiamo poi essere più calmi ed aspettare il momento giusto per colpire».
Attualmente il Celano è in zona play-off. L'obiettivo però resta sempre lo stesso: «noi andiamo in campo sempre per vincere. È bello essere in zona play-off ma al momento l'obiettivo è quello di raccogliere più punti possibili in vista di maggio. In quel mese tireremo le somme e vedremo quale posizione in classifica occuperà il Celano».
Andrea Iozzia, nato nel 1984 ad Erice in provincia di Trapani, ha fatto le giovanili nell'Atletico 2000 a Roma prima di passare alla primavera della Sassari Torres, nella quale ha collezionato qualche gettone di presenza. Nell'ultimo anno ha giocato metà anno al Pontevecchio in serie D e da dicembre, da titolare, nelle fila del Baldaccio Bruni in eccellenza toscana. Per Iozzia dunque è la prima vera esperienza in un campionato professionistico: «per me è un'avventura nuova e sono contento di essere qui. La società mi ha dato una grande opportunità. Per ora tra alti e bassi mi è mancata un po' di continuità. Devo essere più costante nelle prestazioni la domenica».
«All'inizio ho trovato un po' di difficoltà a livello di velocità e ritmi di gioco» – conclude il giovane difensore celanese – «che sono diversi per uno che proviene da campionati inferiori alla seconda divisione. Mi rimprovero solo il fatto di essere un po' altalenante nelle prestazioni».

Andrea Sacchini 21/10/2009 7.59