Serie D. L'Aquila espugna 3-1 Miglianico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2066



MIGLIANICO. L'Aquila vince e convince e supera 3-1 il Miglianico fuori casa nel big match di giornata. Risultato meritato per i valori tecnici espressi in campo, con un grandissimo Sparacio capace di far dimenticare la pesante assenza per infortunio di Colella. 3 punti importanti dunque in ottica promozione giunti sotto il segno dell'ex attaccante del Chieti, che quest'anno è rientrato da un brutto infortunio al ginocchio.
Vantaggio momentaneo dei padroni di casa al 22esimo con Epifani poi doppietta di Sparacio tra la mezz'ora del primo tempo ed il 16esimo della ripresa. Al 38esimo il sigillo finale di Villa.
Prestazione assolutamente convincente dell'undici di Cifaldi, sempre più lanciato in zone di alta classifica, sia in fase difensiva sia offensiva.
Col Miglianico, nota molto positiva, gli aquilani hanno dimostrato di essere capaci anche di ribaltare un risultato di svantaggio. Grande reazione dunque che si è unita alla ben consolidata qualità de L'Aquila di conservare fino al 90esimo un punteggio di favore.
Unica nota negativa di giornata l'imbattibilità perduta dall'ottimo Modesti, il primo in campionato dopo 5 gare di imbattibilità, anche se la rete del Miglianico è giunta direttamente su calcio piazzato.
Primo tempo equilibrato poi col passare dei minuti L'Aquila, certamente superiore nei singoli, è venuta fuori mostrando tutte le sue qualità tecniche e mentali.
In avvio ospiti pericolosi con un colpo di testa di Ruggiero, su gran cross di Pietrella, che ha chiamato alla pronta respinta l'estremo difensore Palena.
La partita scende di ritmo e l'equilibrio viene rotto soltanto da un calcio piazzato. Al 22esimo da oltre 25 metri gran botta di Epifani che si insacca all'incrocio dei pali.
Vantaggio del Miglianico che sorprende ma non scoraggia l'undici di Cifaldi che subito cerca di annullare lo svantaggio. Al 32esimo gli sforzi degli aquilani vengono premiati con la rete del pareggio siglata di testa da Sparacio su grande pennellata dalla destra di Cavasini. Al 41esimo Vaglini di testa, ben imbeccato da un compagno di squadra, di un nulla non inquadra lo specchio della porta.
Nella ripresa subito L'Aquila pericolosa al quinto con Vaglini che da buona posizione spedisce la sfera sul fondo. Al 16esimo il raddoppio degli ospiti su azione fotocopia del primo gol. Questa volta però Sparacio timbra la sua doppietta di piede su preciso traversone dalla sinistra di Nardoianni.
Al 38esimo il punto del definitivo 3-1 arriva da una punizione pregevole di Villa con sfera che si insacca alla sinistra di Palena.
Prima del match-point Di Nardo aveva avuto sul destro l'ottima occasione per chiudere il punteggio.
Ne L'Aquila il tecnico Cifaldi ha scelto il seguente undici: Modesti, Cavasinni, Nardoianni, Ruscitti, Di Francia, Ruggiero, Pietrella, Villa, Sparacio, Vaglini e Serafini. A match in corso hanno fatto il loro ingresso in campo Di Nardo, Recchiuti e Martellucci.
Nel Miglianico Donatelli ha dovuto fare a meno di numerosi elementi importanti. Dal primo minuto hanno giocato Palena, Di Renzo, Zarini, Cavallini, Ciarrocca, Chiacchiarelli, Conversano, Sichetti, Epifani, D'Antonio e Lomma. Nel corso della contesa sono entrati Quintiliani e Di Meo. Ha diretto l'incontro Pellegrini della sezione di Roma 2 davanti a circa 800 spettatori. Di questi ben 400 aquilani. Prima del match è stato osservato un minuto di raccoglimento per le vittime dell'alluvione di Messina. Domenica al Fattori di L'Aquila arriverà il Real Montecchio. Appuntamento esterno invece per il Miglianico, impegnato sul terreno dell'Olympia Agnonese.

Andrea Sacchini 12/10/2009 8.24