Delfino Pescara. A Portogruaro con lo stesso undici di domenica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1886



PESCARA. Vigilia di domenica serena in casa Pescara in vista dell'importantissimo match con la capolista Portogruaro. In settimana il tecnico Cuccureddu ha avuto modo di tastare il polso dei suoi ricevendo indicazioni tutto sommato positive. Risultano pienamente recuperati Zappacosta, non inserito nella lista convocati per la Coppa Italia e poi addirittura schierato all'ultimo minuto da titolare e gli acciaccati Bonanni e Ganci. Quest'ultimo, colpito con la Ternana da una fitta allo stomaco, ha anche giocato uno scampolo di partita mercoledì con la Pro Vasto. L'unico indisponibile resta Zizzari.
Per Cuccureddu dunque nessun dubbio di fomazione con l'utilizzo dell'oramai collaudato 4-4-2. Pinna tra i pali. Linea difensiva composta da Olivi e Mengoni nel mezzo con Medda a destra e Vitale sull'out di sinistra. Quest'ultimo preferito ancora una volta ad un Petterini non al top della condizione. A centrocampo Dettori e Tognozzi centrali con Gessa e Bonanni a presidiare le fasce. In avanti col compito di pungere spazio al tandem Ganci-Sansovini. In panchina Artistico, Verratti e Coletti, tutti reduci dai 120 minuti di Coppa Italia Lega Pro.
Il Portogruaro è reduce da sei vittorie consecutive mentre il Pescara non ha ancora perso. Le premesse per una grande sfida ci sono tutte. Il casa biancazzurra ovviamente l'obiettivo è quello di fermare la cenerentola Portogruaro ma non sarà facile visto e considerato il momento psicofisico esaltante dei veneti.
La partita dello stadio Meccia verrà diretta da Vivenzi della sezione di Brescia.
Il big match Pescara-Verona, infine, è stato posticipato alle 20.45 del 16 novembre per permettere la diretta televisiva su RaiSport Satellite.

Andrea Sacchini 10/10/2009 14.19