Serie D. Tante occasioni da gol ma Chieti-L'Aquila termina 0-0

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2821



CHIETI. Termina 0-0 fra mille emozioni il derby all'Angelini tra il Chieti e L'Aquila. Malgrado il risultato possa far pensare ad una gara spenta e dal basso profilo tecnico, il match ha offerto tantissimi spunti. Spettacolo in campo e sugli spalti per una partita alla quale è mancata soltanto una realizzazione. Risultato giusto per i valori tecnici espressi in campo. Tante occasioni da rete da una parte e dall'altra ma poca precisione sotto porta.
Il confronto diretto tra il miglior attacco e la miglior difesa del campionato è stato vinto dalla compattezza e dalla solidità de L'Aquila. Il Chieti, formazione giovane con grandi potenzialità, ha dato filo da torcere ai rossoblù ed ha risposto colpo su colpo alla migliore qualità tecnica dell'undici di Cifaldi.
Match equilibrato che ha visto un leggero predominio territoriale dei padroni di casa nel primo tempo. Viceversa nella ripresa L'Aquila ha costruito più palle gol per vincere la partita.
La prima azione del match si registra al minuto 10. Per L'Aquila scatto in profondità di Colella che da posizione decentrata non inquadra lo specchio della porta. Al quarto d'ora la prima risposta del Chieti con Rosa che ha impegnato da distanza ravvicinata l'estremo difensore ospite Modesti.
Al 22esimo la più ghiotta occasione del primo tempo capita sui piedi di Savi che da ottima posizione coglie un palo clamoroso. Alla mezz'ora L'Aquila ancora insidiosa con Vaglini bravissimo in contropiede a rubare il tempo all'incerto Mucciante un po' meno nel concludere a rete.
Un minuto dopo per il Chieti Gialloreto di testa su preciso suggerimento dalla destra di Safon non inquadra lo specchio della porta. È il momento migliore del Chieti. Costa innescato da una sponda di Mainella al 32esimo appena fuori l'area sparacchia alto. Un minuto dopo nuova conclusione dalla distanza di Vitone che termina di un niente sopra la traversa.
Prima del riposo un'opportunità per parte. Per L'Aquila Colella converge al centro dalla sinistra e sfiora l'incrocio dei pali complice anche la decisiva deviazione dell'ottimo Del Prete. Per il Chieti cross col contagiri per Mainella che nel cuore dell'area di rigore conclude ed esalta i riflessi di Modesti in uscita disperata.
Nella ripresa L'Aquila pericolosa dopo 6 minuti. Nuovo duello Colella-Del Prete con quest'ultimo ancora una volta decisivo a neutralizzare il preciso diagonale del numero 9 rossoblù. Al 16esimo ancora protagonista l'estremo difensore teatino che disinnesca un colpo di testa a botta sicura di Vaglini da due passi. Trascorrono due minuti ed il Chieti si riaffaccia dalle parti di Modesti. Da posizione decentrata gran botta di Costa con pallone che termina la corsa sull'esterno della rete.
Al 22esmo la più ghiotta occasione dei neroverdi nel secondo tempo. Sabbatini da 3 metri spara alto un grande suggerimento di Savi.
Qualche minuto dopo è il turno de L'Aquila che spreca malamente un'altra importante azione. Vaglini innescato da un compagno non inquadra lo specchio della porta. In pieno recupero l'ultima emozione della partita capita sui piedi di Colella che in area tira alto.
Nel Chieti il tecnico Vivarini ha scelto il seguente undici titolare: Del Prete, Safon, Gialloreto, Mucciante, Ferretti, Savi, Costa, Vitone, Scibilia, Mainella e Rosa. A match in corso hanno fatto il loro ingresso in campo Esposito, Cardinali e Sabbatini.
Ne L'Aquila mister Cifaldi ha dato spazio a Modesti, Cavasinni, Di Francia, Ruggiero, Nardoianni, Pietrella, Ruscitti, Serafini, Villa, Vaglini e Colella. Nel corso della partita sono entrati Sparacio e Recchiuti. Ha diretto l'incontro Assisi della sezione di Vibo Valentia davanti a circa 2mila spettatori. Presenti anche circa 500 sostenitori del capoluogo.
Sugli spalti rinverdito il gemellaggio tra le tifoserie di Chieti e L'Aquila.
Al triplice fischio finale il punto a testa in linea di massima soddisfa entrambe le squadre che restano imbattute nei piani alti della classifica. L'Aquila, capolista solitaria fino all'altro ieri, viene raggiunta in prima posizione dall'Atessa Vds mentre il Chieti sale a quota 8 a meno 4 dalla vetta.
Domenica il Chieti farà visita all'Agnonese mentre L'Aquila ospiterà l'Atletico Trivento al Fattori.

Andrea Sacchini 28/09/2009 11.15