Chieti. Domani la Recanatese. Ferretti: «possiamo vincere il torneo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2970



CHIETI. Il Chieti torna domani il campo per la terza giornata di campionato sul campo della Recanatese. Trasferta ostica per gli uomini di Vivarini al cospetto di una compagine che ha cambiato poco o nulla nelle ultime stagioni. La Recanatese domenica scorsa è stata sconfitta 1-0 a Bojano mentre i neroverdi sono reduci dal contraddittorio 2-2 casalingo col Casoli. Con i gialloblù il Chieti ha messo in mostra pregi e difetti di rosa giovane ricca di talento però a tratti ingenua.
Mister Vivarini con ogni probabilità darà fiducia allo stesso undici di sette giorni fa. Unica novità l'inserimento al centro della difesa di Gialloreto al posto dello squalificato Serpico. Non è da escludere poi l'impiego dal primo minuto di Mainella in avanti.
Per il resto D'Ettorre in porta, Safon, Ferretti, Costa, Gialloreto, Mucciante, Savi, Vitone, Rosa, Di Giovanni e Mainella. I neroverdi giocheranno il match con il lutto al braccio per la scomparsa dell'ex presidente Mario Gaini. Verrà osservato anche un minuto di raccoglimento prima del calcio d'inizio fissato per le ore 15.00.
Francesco Ferretti a PrimaDaNoi.it è fiducioso sull'incontro di domani e sul proseguo del torneo: «siamo qui per vincere il campionato o arrivare il più in alto possibile. Abbiamo la squadra e le qualità per poter farlo. Con miglioramenti sia in difesa sia in attacco possiamo ambire a traguardi importanti. Iniziamo però da domani cercando di riportare punti pesanti per la nostra classifica».
Nel clan neroverde c'è ancora un pizzico di rammarico per i tre punti sfumati domenica all'Angelini col Casoli: «noi abbiamo fatto la partita sin dall'inizio e purtroppo non siamo riusciti a chiuderla. Abbiamo retto bene fino al calcio di rigore con espulsione a nostro danno. Alla fine però tutto sommato abbiamo dimostrato di avere carattere».
Dopo il momentaneo 2-1 del Casoli il Chieti ha rischiato di perdere il match. La squadra però ci ha creduto fino al novantesimo trovando il pareggio a pochi minuti dalla fine: «abbiamo disputato una buona prova sotto il profilo del carattere. Siamo una squadra giovane che certamente migliorerà col tempo. Il Casoli di domenica poi, ricca di nuovi innesti, non era la stessa squadra con la quale abbiamo vinto in estate in Coppa Italia».
«Nel primo tempo ottimo il Chieti per aggressività e gioco» – prosegue Ferretti – «poi un episodio a noi sfortunato ha cambiato un po' tutta la partita. Dobbiamo però crescere sotto tutti i punti di vista».
Il difensore teatino, acquistato in estate dall'Angolana, è alla prima stagione con la casacca neroverde. Diversi sono i motivi che lo hanno spinto ad accettare la casacca del Chieti: «questa è sempre stata una piazza importante. Alla fine di tutto poi ho avuto mio padre che ha giocato nel Chieti che mi ha consigliato di accettare questa destinazione. L'anno scorso poi all'Angolana ho già avuto Vivarini che mi ha fortemente voluto qui. Da parte mia non posso far altro che ringraziare tecnico e società che hanno riposto tanta fiducia in me».
Infine la società recanatese ha messo a disposizione 100 biglietti di settore ospite per i sostenitori del Chieti. I tagliandi sono in vendita al prezzo unitario di 5 euro alla sede del Club Irriducibili a Chieti Scalo. Domani al botteghino dello stadio il biglietto di ingresso costerà invece 10 euro.

Andrea Sacchini 19/09/2009 9.57