1°Div/B. Il Lanciano pareggia 0-0 a Foggia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2084



FOGGIA. Il Lanciano pareggia 0-0 sull'ostico campo del Foggia e guadagna un punto importantissimo in chiave salvezza. Confermati i progressi della squadra di Pagliari, che con un pizzico in più di fortuna avrebbe addirittura potuto fare bottino pieno allo Zaccheria. A conferma di ciò c'è rammarico per le diverse occasioni da gol sprecate dagli avanti frentani e per i due pali colpiti.
Prestazione tutto sommato positiva da parte dei rossoneri soprattutto per grinta, carattere e motivazioni. Si è visto poco invece il buon gioco con entrambe le squadre troppo contratte ed attente nel non esporsi alle ripartenze degli avversari.
Nel Lanciano è parsa saggia, ovviamente in ottica difensiva, la scelta di Pagliari di affidarsi ad un terzino come esterno di centrocampo.
Ottima la prestazione del pacchetto arretrato frentano, supportato a dovere dal lavoro in copertura dei centrocampisti. In tal senso va riconosciuta l'abilità di Pagliari nell'imbrigliare la manovra offensiva dei padroni di casa. Lanciano compatto e ben organizzato che non ha mai offerto il fianco ai contropiedi foggiani.
In attacco al contrario è mancata un po' di cattiveria, con gli avanti rossoneri che hanno peccato di precisione in più occasioni. Il punto comunque a bocce ferme deve essere accolto con soddisfazione considerata la qualità tecnica della compagine pugliese.

FOGGIA-LANCIANO, LE AZIONI CHIAVE

Gli schieramenti. Nel Lanciano il tecnico Pagliari sceglie il classico 4-4-2. Antonioli, Coppini, Oshadogan e Colombaretti a protezione della porta difesa da Chiodini. A centrocampo Perfetti e Sacillotto nel mezzo con Vastola e Mammarella sugli esterni. In avanti spazio al tandem Morante-Masini.
Nel Foggia mister Porta sceglie il seguente undici titolare: Milan, Torta, Burzigotti, Cuomo, D'Agostino, D'Amico, Di Roberto, Velardi, Salgado, Ferrari e Trezzi. L'arbitro è Vivenzi di Brescia.

Partita lenta. Nei primi venti minuti di gioco non si registrano azioni degne di nota con entrambe le squadre troppo contratte ed incapaci di creare seri pericoli. La prima azione è di marca ospite con un colpo di testa di Vastola che colpisce il palo da posizione molto decentrata sulla destra. Quattro minuti più tardi è il Foggia a rispondere con un diagonale di Salgado dal limite che termina sul fondo.

Botta e risposta. Al 33esimo Sacillotto, con un po' di fortuna, imprime una strana traiettoria al pallone che termina la propria corsa sulla parte alta della traversa. Due minuti dopo Foggia vicino al vantaggio con una conclusione al volo di Ferrari che finisce di poco a lato.

L'occasione più ghiotta per il Lanciano. Una manciata di minuti prima del duplice fischio Mammarella pennella nel mezzo per l'inserimento di Vastola, che di testa chiama il portiere pugliese Milan alla grande risposta. È l'azione manovrata più pericolosa creata da entrambe le squadre nel primo tempo.

Ritmi lenti. Nella ripresa è ancora maggiore la difficoltà per entrambe le squadre di creare azioni insidiose. Nel Lanciano si ricorda soltanto una velleitaria conclusione da parte di Mammarella al decimo. Alla mezz'ora serve invece tutta l'esperienza di Chiodini che alza in corner il buon tentativo di Quadrini da posizione decentrata.

Finale convulso. Nel finale sono i frentani a provare il colpaccio. All'86esimo cross nel mezzo di Improta e deviazione di Cuomo che sfiora la clamorosa autorete. Pochi minuti prima del triplice fischio il Foggia protesta per un presunto fallo in area di Colombaretti su Mattioli.
A match in corso tra le fila degli ospiti hanno fatto il loro ingresso in campo Improta e Turchi.
Il punto di Foggia, oltre che per la classifica, può essere importante per il morale in vista del match al Biondi di domenica prossima con il lanciatissimo Portogruaro.

PRIMA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Cavese-Spal 2-2
Cosenza-Verona 0-0
Foggia-Lanciano 0-0
Pescara-Valle del Giovenco 1-0
Portogruaro-Reggiana 2-1
Real Marcianise-Giulianova 1-2
Ravenna-Taranto 1-1
Rimini-Andria 2-1

Classifica: Ternana 12; Portogruaro 9; Pescara 8; Giulianova 7; Taranto 7; Verona 6; Cosenza 6; Foggia 6; Ravenna 6; V. Lanciano 5; Cavese 4; Reggiana 4; Potenza 4; Spal 3; Rimini 3; Pescina VG 2; Andria 0; R.Marcian. 0.

Prossimo turno: Andria-Cosenza; Foggia-Ravenna; Giulianova-Pescara; Pescina VG-Rimini; Potenza-R.Marcian.; Reggiana-Cavese; Taranto-Spal; V. Lanciano-Portogruaro; Verona-Ternana.

Andrea Sacchini 14/09/2009 8.06