Kickboxing. Bergamini a PrimaDaNoi presenta Italia-Francia di venerdì a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2225



PESCARA. È ormai tutto pronto a Pescara per l'ottava edizione del Kickboxing Explosion che si svolgerà venerdì 11 settembre in piazza 1° Maggio a partire dalle ore 20.00. Avversaria della nazionale azzurra, guidata dal Direttore Tecnico Riccardo Bergamini, sarà la selezione della Francia.
Sono previsti sei incontri di altissimo livello tra due delle scuole migliori in Europa della disciplina. Per la categoria maschile, Stefano Paone (Pro 75 kg), Luciano Nubile (81 kg), Andrea Andreanacci (75 kg), Fabio Nubile (67 kg) e Roberto Palestini (57 kg) se la vedranno rispettivamente con Christian Berthely, Alassane Sy, Samba Boccar, Ali Boussaa e Paly Dembele. Per la categoria femminile l'italiana Mimma Mandolina (65 kg) affronterà Angelique Lamy.
L'occasione, oltre alla sfida secca Italia-Francia, è ghiotta per scoprire diversi giovani talenti della Kick nostrana come Stefano Di Marco, Yuri Ruggeri e Francesco Di Giacomo.
L'evento, di rilevanza internazionale, è un test-match importantissimo in vista dei mondiali in programma ad ottobre in Austria come conferma a PrimaDaNoi.it il Direttore Tecnico della nazionale azzurra di Low Kick, Riccardo Bergamini: «il livello tecnico in gara è elevatissimo.
La nazionale francese è una delle migliori nel panorama europeo. La manifestazione è importante perché vedremo all'opera tantissimi atleti di livello che hanno già vinto in questa disciplina».
L'Abruzzo negli anni è stata terra che ha regalato tanti campioni alla Kickboxing. Lo stesso Riccardo Bergamini tutt'ora insegna proprio a Pescara questa disciplina: «la kick ha grande tradizione a Pescara ed in Abruzzo in quanto negli anni ha regalato tanti titoli internazionali. È dal 2005 inoltre che vinciamo il campionato italiano della categoria low kick. Quest'anno abbiamo 5 atleti abruzzesi in nazionale e potremmo addirittura arrivarne ad avere 7. Oltre ad altri professionisti come Paone, mio fratello Fabrizio e me prima di loro».
La Kick, come sottolinea il Direttore Tecnico della nazionale azzurra, non è un'arte marziale ma uno sport: «non prevede tutta una struttura filosofica alle spalle. Questa è stata una mia scelta perché provengo dalle arti marziali. Ogni cultura ha le sue tradizioni ed i suoi costumi, è inutile andare a copiare quelle degli altri. Ciò nonostante esistono disciplina, sacrificio e tutta una serie di motivazioni e di miglioramenti psicologici che si ottengono attraverso il duro lavoro».
«La determinazione e la volontà oltre al rispetto degli altri e di se stessi in primis» – prosegue Riccardo Bergamini – «sono più alla portata della nostra cultura. Si tratta di vincere battaglie contro la paura e il timore attraverso la pratica costante negli anni di questa disciplina».
La manifestazione è alla sua ottava edizione e torna dopo un anno di assenza. Kickboxing Explosion si inserisce tra gli eventi di preparazione all'imminente mondiale di ottobre in Austria: «ora ci siamo preparati per la manifestazione di domani. Abbiamo fatto un anno ricco di incontri, è da marzo che i ragazzi hanno combattuto sempre. Per quanto riguarda la Kickboxing Explosion dopo un anno di stop non potevamo tornare in tono minore. Pur sostenendo importanti sacrifici sono contento di portare a Pescara il meglio della kickboxing».
L'appuntamento è per domani a partire dalle ore 20.00 allo stadio del Mare davanti la Nave di Cascella a Pescara con ingresso gratuito. In caso di pioggia la manifestazione verrà dirottata al Palazzetto dello Sport in Via Elettra sempre a Pescara.

Andrea Sacchini 10/09/2009 10.47