Delfino Pescara. Bonanni: «anche se in vantaggio continueremo ad attaccare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1525



PESCARA. Prosegue senza intoppi la preparazione del Pescara in vista del derby di domenica prossima all'Adriatico contro la Valle del Giovenco. Hanno ricominciato a lavorare col gruppo, infatti, sia Zizzari sia Artistico. Sono dunque tutti a disposizione del tecnico Cuccureddu che un po' in tutti i reparti avrà solo l'imbarazzo della scelta.
Nessun dubbio di formazione comunque per l'ex allenatore di Torres e Grosseto che a meno di sorprese dovrebbe confermare lo stesso undici di Lanciano.
Spazio a Medda, Petterini, Mengoni ed Olivi a protezione della porta difesa da Pinna.
A centrocampo Dettori e Tognozzi centrali con Gessa e Bonanni larghi sulle fasce.
In avanti spazio al tandem confermatissimo formato da Artistico e Sansovini.
Dopo due pareggi consecutivi a Cava de' Tirreni e Lanciano, entrambi subiti negli ultimi minuti della contesa, con la Valle del Giovenco sono d'obbligo i tre punti soprattutto per non perdere contatto con le zone alte della classifica.
Contro il Lanciano il più positivo è stato Massimo Bonanni, vicino ormai a raggiungere il top della condizione atletica: «sto bene e lavoro bene. Mi manca poco per raggiungere il massimo della condizione fisica».
La delusione per la trasferta di Lanciano è ancora viva: «volevamo tutti riportare un risultato migliore da Lanciano. Era la nostra speranza ma dalla nostra in questo momento certo non abbiamo la fortuna. Abbiamo subito due pareggi in due partite negli ultimi minuti anche se è vero che ci siamo complicati la vita da soli».
Proprio su quest'ultimo punto Bonanni è chiaro: «abbiamo continuato ad attaccare non ci siamo abbassati. Forse il fatto di restare undici contro dieci ci ha danneggiato. Dal campo la sensazione è che eravamo superiori ma purtroppo la partita è finita come tutti noi sappiamo».
Il grande rammarico è il non aver chiuso subito la partita: «in alcuni momenti è mancato l'ultimo passaggio in altri siamo arrivati ad un passo dal gol. Anche il loro portiere è stato decisivo in diverse occasioni. L'unica cosa da rimproverarci è che dovevamo e potevamo chiudere la partita prima».
«Sono comunque fiducioso per il futuro» – conclude l'esterno biancazzurro – «perché in tutte le gare abbiamo cercato di imporre i nostri ritmi. Quando anche la fortuna sarà dalla nostra potremo toglierci importanti soddisfazioni. Dalla prossima partita comunque anche dopo l'1-0 continueremo ad attaccare per cercare di chiudere. Da questo punto di vista l'esperienza è importante».

Andrea Sacchini 10/09/2009 9.56