Delfino Pescara. Tognozzi:«a Lanciano due punti persi, ma li riguadagneremo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1717



PESCARA. Ripresa degli allenamenti per il Pescara dopo il rocambolesco pareggio per 2-2 di domenica scorsa a Lanciano. Tutti a disposizione del tecnico Cuccureddu eccezion fatta Artistico e Zizzari che hanno lavorato a parte. Dei due con ogni probabilità solo il primo sarà abile e arruolabile domenica prossima per il secondo derby consecutivo allo stadio Adriatico contro la Valle del Giovenco. Contro i marsicani, dopo i due mezzi passi falsi di Cava de' Tirreni e Lanciano, i tre punti sono d'obbligo per non perdere contatto dalle primissime posizioni di classifica.
L'amarezza per due punti persi quasi al novantesimo è ancora viva nelle parole di Luca Tognozzi: «in vita mia non mi è capitato di pareggiare una partita del genere. C'è tanto rammarico per due punti sicuramente persi. Vincere fuori ci avrebbe dato più morale ma sono sicuro che questi punti li riguadagneremo».
Il Lanciano, in dieci per oltre 70 minuti di gioco, ha avuto il merito di non mollare mai. Tognozzi però non è completamente d'accordo: «loro non hanno giocato per niente. Magari sul primo pareggio si può parlare di reazione positiva, ma dopo il 2-1 era chiaro che il Lanciano aveva tirato i remi in barca. A fine partita basta controllare il tabellino del match, con i rossoneri che hanno fatto soltanto due mezzi tiri in porta».
Sugli errori commessi durante il match il centrocampista biancazzurro puntualizza: «è chiaro che dobbiamo migliorare qualcosa. Col tempo i buoni risultati e le vittorie arriveranno. Col Lanciano abbiamo interpretato al meglio la gara. Se avremmo vinto 2-1 staremmo ora a parlare di un ottimo Pescara che ha saputo gestire al meglio il risultato. Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo l'unico errore del secondo tempo su palla inattiva».
Domenica all'Adriatico arriva la Valle del Giovenco, avversario ferito dopo il ko casalingo di tre giorni fa col Portogruaro: «ci prepariamo senza pensare agli altri. Testa bassa e occhi puntati sull'obiettivo. Non dobbiamo perdere la concentrazione, vogliamo assolutamente i tre punti».
«Non facciamo calcoli» – conclude il centrocampista ex Brescia e Reggina – «vediamo di partita in partita. Dobbiamo fare più punti possibili perché la volata promozione inizierà gli ultimi due tre mesi della stagione».

Andrea Sacchini 09/09/2009 10.57