Avezzano Rugby. Santucci:«squadra giovane: pronti per alta classifica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1905



AVEZZANO. Prosegue con diversi intoppi in casa Avezzano Rugby la preparazione in vista dell'esordio di campionato fissato per il 4 ottobre sul campo dell'Asd Cus Roma Rugby.
I problemi principali per il tecnico Alberto Santucci giungono dall'infermeria. In piena fase di preparazione atletica in vista dell'imminente torneo di serie B, infatti, diversi giocatori sono ai box per infortunio. Su tutti Guanciale, Iacutone, Sisso, Passalacqua, De Simone, Rodorigo, Berardi, S. Ciofini e Di Marco.
Non ci sono però soltanto cattive notizie per l'Avezzano Rugby, che nell'ultima amichevole ha superato i Gladiatori Sanniti, compagine che milita in serie A, col punteggio di 21-12.
I gialloneri hanno impressionato positivamente per dinamismo ed affiatamento tra i reparti.
L'incontro, anche per necessità visto la lunga serie di indisponibili, è stata l'occasione ideale di vedere all'opera tanti giovani interessanti dell'under 19.
La Ludom Avezzano ha iniziato il match con la seguente formazione: Taccone, Mari, Marsicano, Baiocchi, Priviterra, Maurizio Babbo, Sorge, Mancinelli, Marcanio, Eramo, Calì, Cofini, Cacchione, Burca, Mario Babbo. A match in corso hanno fatto il loro ingresso in campo Schettino, Porrini, Ranalletta, Tiburzi, Porretta, Falcone, Di Giamberardino, Lanciotti e Ulanio.
L'unica nota dolente del match è stata l'infortunio occorso alla seconda linea Paolo Calì. Calippo, che si è fatto male ad una spalla, è in forte dubbio per il primo match di campionato il 4 ottobre.
A poco meno di un mese dall'impegno con la Cus Roma è il tecnico Alberto Santucci a fare il punto della situazione: «siamo una squadra giovane ma abbiamo sempre l'ambizione di giocare per l'alta classifica. Quest'anno la cosa più importante è che disponiamo di tanti validi ragazzi della giovanile che certamente verranno impiegati in campionato. L'obiettivo ovviamente è quello di farli crescere durante il torneo».
Proprio sulle qualità dei giovani elementi del vivaio lo stesso Santucci garantisce: «sono ragazzi di qualità e sono certo che con il loro contributo potremo toglierci importanti soddisfazioni durante l'anno. Ora però è tutto da vedere perché siamo nuovi nel nostro girone».
«In questo momento» – continua Santucci – «la volontà è quella di arrivare in forma alla prima giornata per poi mantenere alta la condizione».
L'Avezzano Rugby negli ultimi tre anni è stato inserito nel girone Nord. In questa stagione la formazione abruzzese è stata dirottata nel girone sud, il D: «sono diversi anni che non ci giochiamo, verificheremo la consistenza degli avversari di volta in volta. Conosciamo Colleferro e Frascati perché ci abbiamo giocato contro, ma le altre sono a noi sconosciute. Colleferro e Frascati insieme a Segni credo siano le formazioni favorite per la vittoria del campionato».
«Noi ad ogni modo» – prosegue il tecnico della Ludom – «siamo qui per giocarcela con tutti. Se i giovani si comporteranno bene potremmo ambire anche a posizioni di alta classifica».
Uno dei punti forti dell'Avezzano Rugby è il senso di appartenenza al territorio. A confermarlo è lo stesso tecnico dei gialloneri: «abbiamo un club fortemente legato al territorio da oltre trent'anni. Il discorso del grande senso di appartenenza vale per la prima squadra ma anche per tutte le giovanili».

Andrea Sacchini 09/09/2009 7.55