La Pallacanestro Roseto 1946 non si iscrive al prossimo campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1927



ROSETO. La Pallacanestro Roseto non riesce ad iscriversi alla Lega A dilettanti e sparisce dal panorama cestistico italiano. La società ha tentato senza fortuna fino in fondo di risolvere la delicata situazione del club, che denuncia l'indifferenza al suo destino degli operatori economici del territorio e della classe politica cittadina. Negli ultimi giorni è risultato vano anche il tentativo di scissione richiesta e ottenuta della Fip per attirare nuovi gruppi imprenditoriali. Malgrado quest'ultima operazione, che nei fatti avrebbe reso meglio risolvibile la situazione finanziaria del sodalizio rosetano, nessun gruppo imprenditoriale si è fatto carico di portare avanti lo storico club cestistico della città di Roseto.
Questo, per la società biancazzurra, è l'inequivocabile sintomo di un disinteresse generale intorno i colori del Roseto Basket, al quale per sopravvivere non è bastato l'affetto dei tifosi e gli sforzi economici di alcuni piccoli imprenditori del territorio.
Per la Pallacanestro Roseto, nata appena un anno fa, ieri è svanita anche la possibilità di una riammissione tardiva alla Fip.
Ai dirigenti del club, oggi delusi dall'epilogo amaro della vicenda, era stato prospettato un anno fa dalle istituzioni rosetane uno scenario ben diverso da questo, sulla scorta di una programmazione triennale per cercare di raggiungere la massima serie.
«Il sindaco Franco Di Bonaventura, il vicepresidente della provincia di Teramo Giulio Sottanelli e l'onorevole Tommaso Ginoble» – sottolineano i dirigenti biancazzurri – «avevano garantito la creazione di una società forte sostenuta da un'adeguata copertura finanziaria. Questo facendosi carico dell'accompagnamento della dirigenza nel cammino gestionale».
«A distanza di dodici mesi» – proseguono i vertici della Pallacanestro Roseto 1946 – «queste promesse sono state disattese dopo il trasferimento del titolo di Legadue da Fabriano a Roseto. Nei mesi scorsi le stesse persone garantirono alla squadra che tutti i creditori sarebbero stati soddisfatti in tre rate. Anche questo impegno è stato mantenuto in minima parte attraverso il pagamento solo di una piccola frazione della prima tranches».
«Abbiamo dato fiducia fino in fondo alle istituzioni cittadine» – è il commento amaro della società – «La dirigenza si è trovata personalmente esposta finanziariamente e attende adesso delle risposte per il futuro. Restiamo tutt'ora in attesa del mantenimento delle promesse fatte».
Il Roseto Basket non si era iscritta al campionato anche nella stagione 2006, vanificando una serie incredibile di sei campionati consecutivi in serie A1 dal 2001 al 2006. Allora la pallacanestro cittadina era ripartita dalla serie B2 di Silvi prima di cedere il titolo sportivo al Chieti. Nel 2008 il Basket rosetano ha preso parte alla Lega2 con la denominazione di Pallacanestro Roseto 1946 dopo aver acquistato il titolo sportivo del Fabriano Basket. Nell'ultima stagione, complice soprattutto la situazione finanziaria difficile del club, la squadra è retrocessa nella serie inferiore.

10/07/2009 10.23